Ferrovie, a Como Lago bande danneggiano 3 convogli di ultima generazione

treni vandalizzati
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore Terzi: vengano individuati i responsabili. Ai treni vandalizzati 100.000 euro di danni

Tre treni di Trenord di ultima generazione sono stati vandalizzati sabato notte nella stazione di Como Lago. I danni ammontano a oltre 100.000 euro. I convogli in questione sono ora oggetto di operazioni di ripristino che richiederanno un tempo prolungato. “L’inciviltà di certi personaggi è senza limiti. Le bande di vandali – ha commentato l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi – procurano danni alla collettività e creano disagi agli utenti. Vandalizzare beni pubblici, i treni in questo caso, è un’assurdità inaccettabile. Mi auguro che le autorità preposte possano individuare i responsabili anche analizzando le immagini della videosorveglianza di stazione”.

Fenomeno in crescita del 30%

Secondo i dati diffusi da Trenord, nei primi due mesi del 2021 gli atti vandalici hanno registrato un incremento del 30% rispetto allo stesso periodo del 2020, prima che iniziasse la pandemia. Tra gennaio e febbraio di quest’anno, i treni sono stati colpiti 148 volte (con la rottura di vetri e la distruzione di arredi interni) contro le 104 di un anno fa. Nel 2020 bande di delinquenti hanno divelto 3.778 sedili. Inoltre, hanno distrutto 477 finestrini e rubato 3.513 martelletti di sicurezza.

Per rimozione graffiti dai treni vandalizzati si spendono 1,5 milioni di euro

“A questo – spiega, poi, l’assessore – bisogna aggiungere i costi per la rimozione dei graffiti sui convogli che superano la cifra di 1,5 milioni di euro. Chiamiamo questi comportamenti per quello che sono: veri e propri atti delinquenziali che denotano preoccupanti deficit culturali e una totale mancanza di rispetto per il prossimo. Inoltre, i treni di ultima generazione servono a efficientare il servizio, se poi i vandali li mettono fuori uso è chiaro che a risentirne è anche la stessa qualità dell’offerta di trasporto. Una condanna unanime di questi gesti – conclude l’assessore Terzi – potrebbe servire a isolare i delinquenti. I quali, evidentemente, si credono degli eroi ma sono solo degli imbecilli”.

gus

 

 

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

ponti Paderno Adda Calusco
85 milioni di euro nel Contratto di programma Rfi In arrivo risorse per 85 milioni di euro destinate ai nuovi ponti sul fiume Adda tra Paderno (LC) e Calusco (BG).
aumento tariffe tpl milano
L'assessore regionale: l'aggiornamento Istat può non essere applicato Sull'ipotesi di aumento delle tariffe nel Tpl, a Milano e non solo, interviene l'assessore regionale ai Trasporti. ...
Ciclovie nazionali Lombardia
Promosse le Ciclovie 'Lago Maggiore', 'Alpina', 'Iseo', 'Milano-Monaco' La Lombardia potrà fregiarsi di 4 nuove Ciclovie nazionali: Ciclovia Lago Maggiore, Ciclovia
Investimento da 80 milioni di euro con i fondi per le Olimpiadi 2026 Via libera all'accordo per la soppressione di 19 passaggi a livello in Valtellina, lungo la linea ferroviaria M ...
treni nuovi Donizetti
Salgono a 65 i nuovi convogli in circolazione finanziati da Regione Prosegue il piano di rinnovo della flotta ferroviaria finanziato da
disagi ferrovie
Consumo anomalo delle ruote nel Passante e caldo alla base dei problemi L'assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile,
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima