82 infopoint richiesto contributo

Sono 82 gli Infopoint lombardi che hanno richiesto di far parte della rete entro il termine stabilito del 27 luglio per poter usufruire del contributo regionale deliberato dalla Giunta della Lombardia per promuovere il turismo dei territori.

La Giunta regionale della Lombardia, su proposta dell’assessorato al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, ha, infatti, approvato una misura per la valorizzazione e l’ammodernamento delle strutture di informazione ed accoglienza turistica che, con una dotazione finanziaria di 744.000 euro, mira a consolidare la rete regionale degli Infopoint.

Contributo a fondo perduto

È previsto, quindi, un contributo a fondo perduto del 100% a titolo di rimborso per le spese sostenute per apportare una serie di migliorie alle infrastrutture. L’obiettivo, infatti, è duplice. Da un lato rilanciare l’immagine turistica della Lombardia nella fase della ripartenza; dall’altro, garantire la fruizione in sicurezza dei servizi da parte dei turisti.

Valorizzazione dei territori

I singoli territori potranno in tal modo promuovere le proprie peculiarità attraverso standard omogenei di servizio e di sicurezza per i turisti. La rete degli Infopoint potrà inoltre contribuire al riposizionamento dell’immagine della destinazione Lombardia nel suo complesso. Le risorse messe a disposizione potranno pertanto sia migliorare la qualità dei servizi offerti ai visitatori sia favorire il rilancio dell’attrattività regionale.

Contributo agli infopoint

La dotazione massima, infatti, sarà determinata con l’approvazione di un successivo ‘Avviso’ nella misura di almeno 8.000 euro per singolo beneficiario. I soggetti beneficiari sono i gestori degli Infopoint che hanno richiesto la conferma del riconoscimento entro il 27 luglio 2020. La richiesta di conferma entro i termini di far parte della rete è arrivata da 82 Infopoint.

Interventi ammessi

Sono consentiti, infatti, interventi infrastrutturali quali, per esempio:

– opere di ammodernamento (compresi arredi e allestimenti), ampliamento, ristrutturazione e trasformazione di immobili nonché la loro riqualificazione con dotazioni informatiche e tecnologiche;

– interventi per favorire l’accessibilità alle informazioni turistiche alle persone con disabilità;

– opere e/o strumentazione atta garantire l’attività in sicurezza.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute dal 1° gennaio 2020 al 30 ottobre 2020 per:

– acquisto di materiali per opere murarie ed impianti elettrici, termici, idraulici, di aerazione e relativa messa in opera;

– acquisizione di hardware informatico e software;

– acquisto apparecchiature tecnologiche (quali monitor e vetrine interattive; videowall per la promozione della Lombardia; webcam, postazione per la visione di video in 3D, dispositivi per favorire l’accesso alle informazioni alle persone con disabilità…)

– acquisizione attrezzature funzionali alla fruizione di esperienze turistiche ‘virtuali’ da parte dei visitatori e turisti (videoproiezioni, virtual reality, audioguide);

– acquisto di banconi, scrivanie, sedie, arredi, espositori/vetrine per prodotti dell’economia locale, elementi per canalizzare i flussi di visitatori, separatori con il pubblico;

– macchinari e attrezzature per la sanificazione e disinfezione degli ambienti;

– termoscanner e altri strumenti atti a misurare la temperatura corporea a distanza, anche con sistemi di rilevazione biometrica;

– attrezzature di igienizzazione per il personale e gli utenti.

ram