Ucraina, Bertolaso al confine: nei disegni dei bambini il sogno di tornare

ucraina bertolaso
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

“‘Torneremo presto a casa!’… Ho visto i disegni dei bambini ucraini ospitati nei centri di accoglienza in Polonia. Tutti esprimono il desiderio di tornare nel loro Paese. Questo è il loro e anche il nostro auspicio, rispetto a un popolo martoriato che sta trovando una solidarietà italiana ed europea eccezionale”. Lo ha detto Guido Bertolaso, coordinatore del ‘Comitato esecutivo per l’emergenza ucraina’ della Regione Lombardia, in collegamento con LombardiaNotizieOnline dalla località polacca di Rzeszòw, non lontano dal confine con l’Ucraina.

La missione di Areu per i bambini malati

 

Bertolaso si è recato in Polonia al seguito di una missione coordinata da Areu per l’evacuazione di bambini ucraini malati. “Sono venuto qui, con un team di tecnici di Areu – ha dichiarato Bertolaso – per rendermi conto personalmente dei problemi e capire cosa realmente stia accadendo sulla frontiera tra Polonia e Ucraina. Quando c’è un’emergenza è mia abitudine andare sul posto. Solo così si può capire la situazione e mettere in pratica le misure più efficaci”.

La situazione al confine tra Ucraina e Polonia

“Ci sono 8 passaggi di confine tra Polonia e Ucraina. Appena attraversata la frontiera, le persone vengono trasportate verso i centri di accoglienza a una decina di chilometri dal confine. La stragrande maggioranza delle persone che scelgono l’Italia lo fa perché qui hanno conoscenze, amici e parenti. Difficile che qualcuno voglia venire da noi senza avere contatti in Italia”.

La macchina dell’accoglienza in Lombardia

La macchina dell’accoglienza in Regione Lombardia nel frattempo si muove a tutto campo. Ieri è stato attivato l’hub del sottopasso Mortirolo della Stazione Centrale a Milano, alla presenza della vicepresidente Letizia Moratti (Welfare) e degli assessori Pietro Foroni (Protezione civile) e Claudia Maria Terzi (Trasporti). È in funzione anche l’hub a Bresso (MI). “Stiamo mettendo a punto l’orchestra, in modo che tutto funzioni al meglio per alleviare al massimo le sofferenze di queste persone” ha concluso Bertolaso.

doz

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

grafia idiomi lombardi
Una corretta grafia per i dialetti lombardi, obiettivo: poter realmente confrontare 'parlate' molto differenti tra loro.  
Proseguono le consegne sui territori dei marchi identificativi di 'Attività storica' riconosciuta da Region ...
Attività storiche premiate Brescia
Sono 68, tra negozi, locali e botteghe artigiane, le imprese della provincia di Brescia che questa mattina hanno ricevuto il marchio identificativo di
Lombardia 2030 Salvini
"Lombardia non solo motore d’Italia - ha detto Matteo Salvini a Lo ...
Ogni giorno è questo giorno
"Ogni giorno è questo giorno. Denunciate e non abbiate paura, noi siamo e saremo sempre al vostro fianco". Così il presidente della Regione Lombardia ...
Donne Violenza
Sei appartamenti a Milano e cinque a Rozzano a disposizione delle donne che hanno subìto violenza. Sono 26 le donne supportate, 13 delle quali hanno usufruito della consulenza legale e 8 hanno gi ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima