Valtellina, Rolfi: in Psr piano ad hoc per agricoltura di montagna (Video)

agricoltura di montagna
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

"Nel prossimo Programma di sviluppo rurale dedicheremo una linea di finanziamenti all'agricoltura di montagna. Stiamo parlando di una pratica eroica, che valorizza la qualità delle nostre materie prime e che ha una forte valenza sociale e ambientale". Lo ha detto l'assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi.

“Nel prossimo Programma di sviluppo rurale dedicheremo una linea di finanziamenti all’agricoltura di montagna. Stiamo parlando di una pratica eroica, che valorizza la qualità delle nostre materie prime e che ha una forte valenza sociale e ambientale”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, che, insieme alla consigliera regionale Simona Pedrazzi, ha visitato il rifugio ‘Marinelli Bombardieri’ nel Comune di Lanzada (SO), in Valmalenco, e tre malghe della zona.

Far conoscere i prodotti di montagna

“L’agricoltura di montagna deve essere valorizzata anche sotto il profilo economico – ha aggiunto Rolfi – dotando queste zone di servizi legati alla mobilità e alla logistica. In primis la ciclabilità, per far conoscere al mondo i nostri straordinari prodotti di montagna”.

Priorità agli insediamenti montani

“Nel 2019 – ha ricordato – abbiamo dato priorità agli insediamenti di montagna nella misura per giovani agricoltori destinando 4,5 milioni di euro alle Comunità montane per sostegno all’agricoltura, approvando le linee guida per assegnare le malghe alla gente di montagna e destinando 7,5 milioni alla filiera bosco legno” ha proseguito l’assessore. Ricordando che “le Olimpiadi del 2026 saranno una vetrina eccezionale per i vini e i prodotti agroalimentari valtellinesi”.

Legame imprescindibile con il turismo

“È inderogabile – ha spiegato l’assessore Rolfi – legare sempre di più la produzione agricola di montagna al turismo, alla fruizione ambientale e alla pratica sportiva”.

Via di sviluppo concreta per la montagna agricola

“Al giorno d’oggi l’offerta enogastronomica – ha concluso Rolfi – è sempre più elemento di turismo e questa simbiosi può rappresentare, se adeguatamente sostenuta, una via di sviluppo concreta per la montagna agricola”.

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

abbattimento liste attesa Lombardia
Oltre 61 milioni di euro per abbattere le liste d'attesa e arrivare a garantire oltre 7 milioni di prestazioni (di cui 2 milioni di prime visite) di quelle che rientrano nel Piano Nazionale ...
Incidente aereo Palazzo Pirelli commemorazione
Ventidue anni dopo l'incidente aereo a Palazzo Pirelli, la commemorazione  delle due avvocatesse morte nel tragico schianto
design week
Un programma ricco di iniziative ed eventi di particolare attrazione e interesse: è il palinsesto organizzato da
vinitaly consorzi
Vinitaly 2024 ha visto il Padiglione Lombardia emergere come una delle destinazioni più ambit ...
lombardia polo formativo pa sanità
Valorizzare la capacità formativa della Pubblica amministrazione (Pa) e investire sulle competenze del personale e favorire competenze trasversali e tecnico-specialistiche in particolare sui temi ...
g7 trasporti cluster lombardo mobilità
"La Lombardia vuole assumere un ruolo più importante in materia di mobilità. Vuole essere un player che possa competere a livello internazionale nell'ambito del trasporto. Per fare questo, il pri ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima