Valtellina, Rolfi: in Psr piano ad hoc per agricoltura di montagna (Video)

agricoltura di montagna
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
"Nel prossimo Programma di sviluppo rurale dedicheremo una linea di finanziamenti all'agricoltura di montagna. Stiamo parlando di una pratica eroica, che valorizza la qualità delle nostre materie prime e che ha una forte valenza sociale e ambientale". Lo ha detto l'assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi.

“Nel prossimo Programma di sviluppo rurale dedicheremo una linea di finanziamenti all’agricoltura di montagna. Stiamo parlando di una pratica eroica, che valorizza la qualità delle nostre materie prime e che ha una forte valenza sociale e ambientale”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, che, insieme alla consigliera regionale Simona Pedrazzi, ha visitato il rifugio ‘Marinelli Bombardieri’ nel Comune di Lanzada (SO), in Valmalenco, e tre malghe della zona.

Far conoscere i prodotti di montagna

“L’agricoltura di montagna deve essere valorizzata anche sotto il profilo economico – ha aggiunto Rolfi – dotando queste zone di servizi legati alla mobilità e alla logistica. In primis la ciclabilità, per far conoscere al mondo i nostri straordinari prodotti di montagna”.

Priorità agli insediamenti montani

“Nel 2019 – ha ricordato – abbiamo dato priorità agli insediamenti di montagna nella misura per giovani agricoltori destinando 4,5 milioni di euro alle Comunità montane per sostegno all’agricoltura, approvando le linee guida per assegnare le malghe alla gente di montagna e destinando 7,5 milioni alla filiera bosco legno” ha proseguito l’assessore. Ricordando che “le Olimpiadi del 2026 saranno una vetrina eccezionale per i vini e i prodotti agroalimentari valtellinesi”.

Legame imprescindibile con il turismo

“È inderogabile – ha spiegato l’assessore Rolfi – legare sempre di più la produzione agricola di montagna al turismo, alla fruizione ambientale e alla pratica sportiva”.

Via di sviluppo concreta per la montagna agricola

“Al giorno d’oggi l’offerta enogastronomica – ha concluso Rolfi – è sempre più elemento di turismo e questa simbiosi può rappresentare, se adeguatamente sostenuta, una via di sviluppo concreta per la montagna agricola”.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

risorse idriche lombardia
I tavoli regionali del 14 dicembre e del 26 gennaio avevano allertato tutti gli utilizzatori delle risorse idriche in Lombardia: la situazione di quest'anno è uguale, se non peggi ...
giorni della merla
Tradizione rispettata per quanto riguard i 'Giorni della merla del 2023'. La mattinata del 30 gennaio, infatti, ha fat ...
Start up innovazione
Le start up lombarde che si sono distinte in occasione della XX edizione del Premio Nazionale per l'Innovazione (PNI) sono state premiate oggi pomeriggio presso la Sala Biagi di
Endometriosi
Dall'endometriosi, patologia che colpisce circa 5/10 donne ogni 100 in età fertile (in Lombardia ne soffrono dunque 100/150.000 donne), si può guarire. E questo è ancora più facile se ci si riv ...
migliori gelaterie
Con ben 14 locali premiati con i ‘Tre coni’, la Lombardia si conferma regina delle gelaterie in Italia secondo la speciale classifica del Gambero rosso. Tra queste,
dialogo italo svizzero
Incontro istituzionale, a Bellinzona, nell'ambito del 'Dialogo italo-svizzero sulla cooperazione transfrontaliera' coordinato dal nostro Ministero degli Esteri e d ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima