Agroalimentare, siglato accordo tra Regione Lombardia e Slow Food: nella foto l’assessore Fabio Rolfi tra Saula Sironi e Lorenzo Berlendis.
Agroalimentare, siglato accordo tra Regione Lombardia e Slow Food: nella foto l’assessore Fabio Rolfi tra Saula Sironi e Lorenzo Berlendis.

Protocollo di intesa firmato da assessore Rolfi e Slow Food

Regione Lombardia e Slow Food hanno siglato questa mattina a Palazzo Lombardia un protocollo di intesa volto a consolidare, sviluppare e valorizzare la produzione agroalimentare del territorio regionale. Il documento è stato firmato dall’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi e dalla coordinatrice di Slow Food Lombardia, Saula Sironi. Presente anche il Consigliere nazionale di Slow Food Italia, Lorenzo Berlendis. L’accordo prevede una collaborazione istituzionale nell’organizzazione di eventi per la diffusione delle conoscenze relative alle produzioni locali, tradizionali e della biodiversità. Sarà, inoltre, valorizzata la produzione basata sulla sostenibilità ambientale, sulla difesa della biodiversità e sulla diffusione delle tradizioni.

Nuovi progetti dell’agroalimentare per far risaltare piccole produzioni locali

“È importante per noi avviare una collaborazione formale con una realtà da sempre impegnata nella difesa dell’agroalimentare legato al territorio e alla produzione sostenibile”. Così, Fabio Rolfi, assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi. “Metteremo in atto progetti che risalteranno le piccole produzioni locali, con particolare riguardo ai 45 prodotti dell’Arca del Gusto Slow Food e ai Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Regione Lombardia” ha sottolineato Rolfi, aggiungendo che “grazie alle Olimpiadi, il nostro comparto enogastronomico sarà al centro dell’attenzione di tutto il mondo in questi anni. Dobbiamo valorizzarlo al meglio”.

Impegno preciso per sensibilizzare produttori e commercianti

Slow Food Lombardia conta 15 presidi territoriali e 14 comunità del cibo. L’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) della Regione Lombardia comprende 251 referenze. I prodotti della Lombardia che hanno ottenuto la protezione comunitaria come denominazione d’origine protetta (DOP) o l’indicazione geografica protetta (IGP) sono 34: 20 DOP e 14 IGP. Regione e Slow Food sono impegnati a sensibilizzare produttori, commercianti e operatori della ristorazione e del settore turistico-alberghiero. In particolare di coloro che lavorano nelle aree fragili della Lombardia al recupero dei prodotti di qualità e alla valorizzazione delle tradizioni del territorio anche attraverso corsi di formazione comuni. Si istituirà un Tavolo Tecnico per l’attuazione e il coordinamento delle attività concordate fra le parti. Il Protocollo d’intesa ha validità fino al 31 dicembre 2021.

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 5 / 5. Voti: 1