Qualità aria, tavolo Bacino Padano chiede incontro urgente col Governo

Bacino Padano Incontro Governo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Qualità aria, tavolo Bacino Padano chiede incontro urgente col Governo. Si sono svolti il 25 febbraio in videoconferenza i lavori del Tavolo del Bacino padano. Erano presenti Gianpaolo Bottacin (Veneto), Raffaele Cattaneo (Lombardia), Matteo Marnati (Piemonte) e Irene Priolo (Emilia-Romagna) assessori regionali all’Ambiente, che hanno chiesto al più presto una riunione col Governo.

Preparare confronto con Ce per esame procedura infrazione

“Chiediamo un incontro urgente – hanno detto – per preparare il confronto con la Commissione Europea, rispetto alle procedure d’infrazione”.

Impegni assunti già trasmessi a Ministero e Presidenza Consiglio

“Le Regioni infatti – hanno spiegato gli assessori – hanno già trasmesso al ministero dell’Ambiente e alla presidenza del Consiglio dei Ministri l’elenco degli impegni assunti in risposta alla sentenza di condanna. Tuttavia, serve al più presto un incontro per garantire il necessario raccordo istituzionale e assicurarsi l’impegno del Governo”.

Condivise misure e iniziative in tutti gli ambiti

“Le Regioni – hanno ricordato Bottacin, Cattaneo, Marnati e Priolo – hanno inoltre condiviso le misure e le iniziative poste in atto per rispondere alla Commissione Europea a fronte della procedura d’infrazione in atto al fine di accelerare l’implementazione dei propri piani. Iniziative che guardano non solo alla mobilità, ma anche ad azioni che comprendono la riduzione delle emissioni in agricoltura, nel riscaldamento degli edifici, l’efficientamento energetico, le combustioni all’aperto, le misure temporanee ed i controlli”.

Interventi messi a sistema e integrati con risorse

“Queste misure di carattere regionale – hanno concluso gli assessori all’Ambiente – vanno messe a sistema. E necessariamente integrate con iniziative di competenza statale per il miglioramento della qualità dell’aria. Che possono essere ricomprese anche nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Oltre alle azioni servono infatti le risorse”.

ama

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

aria stop misure
In considerazione delle medie provinciali di PM10 registrate nella giornata di giovedì 22 febbraio  delle previsioni meteorologiche favorevoli alla dispersione previste per i prossimi giorni, da ...
qualità aria misure
In conseguenza ai valori di PM10 registrati nella giornata di ieri - domenica 18 febbraio - e delle previsioni meteorologiche per i prossimi giorni, da domani, 20 febbraio 2024, si attivano le misu ...
prodotti locali
"Il primo atto di tutela ambientale è il consumo di prodotti locali. Questo consente di abbattere le emissioni che derivano dai trasporti, di ridurre il consumo energetico, imballaggi e trattament ...
Aria Milano
Qualità dell'aria a Milano, Palazzo Lombardia risponde al Comune. "La Regione Lombardia ha già un tavolo istituzionale a cui partecipano i Comuni per ...
grandate discarica abusiva
Sequestrata una discarica abusiva a Grandate. Il Comando Provinciale di Como della Guardia di finanza ha individuato e sequestrato un'area di circa 17.000 metri quadri sottoposta a ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima