Biodiversità. Anfibi protetti, centro riproduzione al ‘Bosco di Vanzago’

Bosco di Vanzago
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Regione Lombardia continua negli investimenti, questa volta collaborando con il Bosco di Vanzago, volti a contrastare la perdita di biodiversità. La Giunta regionale su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, a questo proposito, ha approvato uno schema di convenzione con Fondazione Wwf.  L’accordo prevede la realizzazione e la gestione di un centro di riproduzione di specie protette di anfibi alla riserva naturale ‘Bosco di Vanzago’, nella campagna milanese.

Centro di  riproduzione specie protette

“Regione Lombardia – ha detto l’assessore Cattaneo – è da tempo impegnata sul fronte del contrasto di perdita di biodiversità. A tal proposito ricordo che negli ultimi anni ha avviato e sostenuto più di 550 progetti sulla salvaguardia della biodiversità. Sono così stati messi in moto circa 60 milioni di euro”.

“Accanto alla pressione esercitata dell’uomo e alla presenza delle specie aliene invasive – ha continuato Cattaneo – pesa sempre di più la crisi climatica in atto. Motivo per cui continuiamo a investire risorse anche su progetti specifici, ma non per questo meno importanti”.

Bosco di Vanzago

I cambiamenti climatici e la crisi idrica impattano in modo particolare sugli anfibi di pianura. A completamento delle attività regionali, individuata anche un’area idonea a ospitare un centro di riproduzione. Un ulteriore tassello quindi per la conservazione degli anfibi di pianura, in particolare per le specie Rana latastei, Triturus carnifex e Pelobates fuscus insubricus. La riproduzione e l’allevamento di anfibi e rettili nella riserva naturale ‘Bosco di Vanzago’ favoriranno anche successivi progetti. Tra questi certamente quelli di reintroduzione e restocking degli enti gestori di Rete Natura 2000.

‘Life Gestire 2020’

Il termine della convenzione tra Regione Lombardia e Fondazione Wwf coincide con la fine del progetto ‘Life Gestire2020’, prevista per il 31 dicembre 2023. Regione Lombardia contribuirà alla copertura delle spese fino a un massimo di 25.000 euro.

Ottimizzato per il web da:
Monica Ramaroli

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Idrogeno H2ma
La Regione fa un altro passo avanti propedeutico alla diffusione dell'idrogeno verde. Con una delibera approvata dalla Giunta, ...
giorni della merla
Tradizione rispettata per quanto riguard i 'Giorni della merla del 2023'. La mattinata del 30 gennaio, infatti, ha fat ...
Varese Lago
Definiti i prossimi step per il risanamento del Lago di Varese. Tra questi: ulteriore tutela delle aree protett ...
idrogeno lombardia
Favorire la produzione di idrogeno rinnovabile nelle aree industriali dismesse della Lombardia. E' questo l'obiettiv ...
qualità aria Lombardia 2022
Qualità dell'aria in Lombardia: nel 2022 i livelli di biossidi di azoto (NO2) risultano tra i più bassi di sempre. Inoltre, per il Pm10 per il settimo anno dal 2014 (con le eccezioni del 2015 e d ...
L'assessore regionale all'Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, ha preso ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima