Covid, vaccinazioni ai vulnerabili. Locatelli: Regione garantisce priorità

vaccinazioni disabili varese
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Al via stesura elenchi per l'adesione delle persone più fragili. Persone con diverse vulnerabilità e loro familiari da vaccinare prima possibile

Campagna vaccinale lombarda ha un punto fermo nella copertura dei disabili e più in generale in quella delle persone fragili

L’assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità, Alessandra Locatelli, è intervenuta, martedì 16 marzo, in Consiglio regionale, nell’ambito della discussione sulla mozione urgente sulla campagna vaccinale per garantire la priorità delle somministrazioni per persone estremamente vulnerabili e ai disabili gravi e la predisposizione di liste vaccinali di riserva. “La priorità vaccinale per le persone vulnerabili e iper vulnerabili è un punto fermo della campagna vaccinale di Regione Lombardia“.

Al via stesura elenchi per l’adesione delle persone più fragili

“Nelle ultime settimane – ha aggiunto l’assessore Locatelli – ho avuto modo di confrontarmi con varie associazioni e con i familiari di persone estremamente fragili: comprendo bene il loro stato d’animo e le loro preoccupazioni e per questa ragione ho programmato già per domani un altro incontro di concerto con l’assessorato al Welfare. Per quanto riguarda la prima fase vaccinale in molte strutture diurne e residenziali del territorio lombardo si è quasi completata la campagna di somministrazione. In contemporanea sta partendo anche la fase due, con la stesura degli elenchi e l’adesione alla vaccinazione per le persone più vulnerabili accudite a domicilio”.

Per la campagna vaccinale somministrazioni ai disabili e ai loro familiari da effettuare il prima possibile

“Sono molto soddisfatta – ha proseguito – dell’aggiornamento delle ‘Raccomandazioni al Piano vaccinale nazionale’ da parte dal Governo. Secondo le quali le persone con diverse vulnerabilità e i loro familiari devono essere vaccinati il prima possibile in tutto il Paese”. “Inoltre – ha concluso l’assessore Locatelli – sono già previste liste di riserva omogenee presso i centri vaccinali con le categorie interessate”.

red

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

autismo impegno inclusione
Autismo, impegno e inclusione, prende il via IN&AUT. "Oggi ospitiamo qualcosa di eccezionale, un momento di grande impegno e determinazione per realizzare, sempre di più e sempre meglio, l'inc ...
risorse disabilità lombardia
"Un intento chiaro e univoco: Regione Lombardia farà il possibile per reperire nuove risorse da destinare alle pers ...
leva civica giovani
Si è svolto mercoledì 24 aprile, all'auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, l'evento 'Destinazione Leva Civica' della Lombardia. L'iniziativa - rivolta ai giovani ...
invecchiamento attivo
Ammontano a 4 milioni di euro le risorse messe a disposizione da Regione Lombardia per fa ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima