‘Casa della Nutrice’, a Varese Regione sostiene azioni anti violenza donne

casa della nutrice varese
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore Locatelli: in Lombardia 27 Reti, 54 Centri Antiviolenza, 125 tra Case Rifugio e di accoglienza

“Un progetto importante che condividiamo pienamente, consapevoli di quanto utili e necessarie siano tutte le azioni che vanno nella direzione di prevenire e contrastare ogni forma di violenza contro le donne”. Lo ha detto Alessandra Locatelli, assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità. Che è intervenuta così nel corso della conferenza stampa riguardante il percorso per la realizzazione nuovo Centro Antiviolenza attivato nella sede della ‘Casa della Nutrice’ di Varese, in collaborazione con la Fondazione ‘Felicita Morandi’. Tra le azioni anche la stesura di un protocollo tra Procura di Varese e Asst Sette Laghi. Un documento che descrive le modalità di presa in carico delle vittime di violenza di genere e domestica in tutti i Pronto soccorso dell’Asst.

‘Casa della Nutrice’ a Varese integra realtà antiviolenza

casa della nutrice varese

Regione Lombardia – ha commentato l’assessore Locatelli – da tempo propone politiche di contrasto alla violenza contro le donne, contando su un totale di 27 Reti che costituiscono l’interlocutore privilegiato attraverso cui si snoda la programmazione territoriale regionale, di 54 Centri Antiviolenza e 125 tra Case Rifugio e Case di accoglienza“.

“La collaborazione costante con altre realtà presenti sui territori – ha continuato – è di fondamentale importanza. Serve, infatti, per garantire risposte certe alle donne vittime di violenza e sempre più spesso anche ai figli minori spesso coinvolti in questi drammi”. “Iniziative come ‘Casa della Nutrice’ a Varese – ha aggiunto – sono fondamentali. Servono per agire concretamente, ampliare servizi e punti di riferimento. E aiutano a fare rete e diffondere buone pratiche”.

Il grazie a operatori e volontari

casa della nutrice varese

“Per questo motivo – ha detto l’assessore – ringrazio a nome mio e di Regione Lombardia tutti coloro che quotidianamente dedicano il loro tempo e sacrificano anche la loro vita privata per rispondere alle chiamate, ascoltare e accogliere le donne che si rivolgono ai diversi sportelli e riescono a creare per ognuna percorsi protetti e di sostegno anche morale”. “Regione Lombardia – ha concluso l’assessore Locatelli – continuerà a sostenere e a incrementare i finanziamenti dedicati all’eliminazione della violenza contro le donne. E sarà impegnata a sostenere politiche di azione condivise, sempre più efficaci e sempre più attente a non lasciare indietro nessuna”.

gus

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

autismo impegno inclusione
Autismo, impegno e inclusione, prende il via IN&AUT. "Oggi ospitiamo qualcosa di eccezionale, un momento di grande impegno e determinazione per realizzare, sempre di più e sempre meglio, l'inc ...
risorse disabilità lombardia
"Un intento chiaro e univoco: Regione Lombardia farà il possibile per reperire nuove risorse da destinare alle pers ...
leva civica giovani
Si è svolto mercoledì 24 aprile, all'auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, l'evento 'Destinazione Leva Civica' della Lombardia. L'iniziativa - rivolta ai giovani ...
invecchiamento attivo
Ammontano a 4 milioni di euro le risorse messe a disposizione da Regione Lombardia per fa ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima