Lombardia Notizie / Casa e Housing sociale

Casa, Franco al workshop sul Piano nazionale: mix abitativo strada vincente

uniabita

L’imponente ‘Piano regionale dei servizi abitativi 2022-24’, forte di uno stanziamento da 1,5 miliardi di euro, è stato al centro dell’intervento dell’assessore alla Casa e Housing Sociale, Paolo Franco, intervenuto al ‘Workshop Osservatorio Monitor Green Deal – Il ruolo dell’industria italiana per raggiungere gli obiettivi del nuovo PNIEC (Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima)’ tenutosi a Roma e organizzato da Agici Finanza d’Impresa.

Franco: stiamo cambiando concetto di casa popolare

“Ho chiamato il programma ‘Missione Lombardia’ – ha spiegato l’assessore Franco – perché si muove sulla realtà dell’abitare a 360° e perché intende coinvolgere più istituzioni, più assessorati e più tematiche”.

Mix abitativo e servizi

“Parliamo – ha proseguito Franco – di mix abitativo, sostenibilità, servizi di prossimità (socio-sanitari, sicurezza e lavoro). Non solo. Oltre a dare un alloggio agli indigenti, cerchiamo anche di aiutare chi ha un reddito medio-basso e non riesce da un lato a entrare nelle graduatorie e dall’altro nemmeno può permettersi di trovare una soluzione sul mercato privato, soprattutto nelle città. Regione Lombardia ha cambiato passo con progetti che muteranno il concetto di casa popolare”.

I benefici

“I benefici sono su larga scala – ha concluso Franco – sia per gli utenti (bollette ridotte, assegnazioni più rapide, ristrutturazioni importanti) sia per le istituzioni (risparmi sull’Imu, risparmio sulla spesa pubblica necessaria ad affrontare i problemi di disagio e sicurezza). Missione Lombardia può essere un modello per tutti”.

I cinque assi del piano regionale

Cinque gli assi principali del ‘Piano regionale’: sostenibilità, welfare abitativo, cura del patrimonio, rigenerazione urbana e housing sociale.  La ‘sostenibilità’ del sistema (26,3 milioni di euro) prevede contributi alle Aler e accelerazione delle assegnazioni. Con il ‘welfare abitativo’ (210,1 milioni) si contribuisce all’affitto sia negli alloggi SAP sia nel libero mercato e progetti di welfare locale.

La ‘cura del patrimonio’ (736,7 milioni di euro) consiste nella manutenzione straordinaria, nell’accessibilità ai disabili e nella vigilanza. In relazione alla ‘rigenerazione urbana’ (512,1 milioni di euro) sono stati sviluppati i programmi PINQUA (Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare). Incrementato anche l’housing sociale con 52 milioni di euro. E ancora: efficientamento energetico degli immobili per 317 milioni di euro.

fil

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima