Case Aler, semplificazione e accelerazione delle assegnazioni

Case Aler assegnazioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Assessore Rizzi: tuteliamo le fragilità

Semplificazione e accelerazione per favorire le assegnazioni delle case Aler, gli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Sono queste le ‘parole d’ordine’ dell’assessore alla Casa e Housing sociale di Regione Lombardia Alan Rizzi. Il suggerimento, con una Nota, alle Aler e ai Comuni che stanno predisponendo la programmazione delle politiche abitative per il 2023.

Senso di responsabilità

“La pandemia prima e la crisi internazionale ora – ha osservato l’assessore – colpiscono in profondità le strutture sociali ed economiche del Paese. Quindi per affrontare il nuovo contesto e le mutate condizioni legate alle esigenze abitative esiste un impegno fondamentale: snellire, snellire, snellire. Solo così con la massima trasparenza e con profondo senso di responsabilità potremo intercettare i bisogni della popolazione prima che questi esplodano”.

Assegnazioni case Aler: semplificare e accelerare

Per quanto riguarda l’accelerazione delle assegnazioni la Nota sottolinea alcuni aspetti. Tra questi quello che i Comuni possono emanare anche un solo avviso all’anno. Questa opportunità è destinata soprattutto a quegli enti che ricevono numerose domande che non riescono a evadere in breve tempo. I Comuni, inoltre, possono emanare avvisi specifici per l’assegnazione degli alloggi nello stato di fatto. Questi sono destinati in particolare alle famiglie in grado di sopportare i costi di ripristino, scalabili dai futuri canoni. Anche per questo quindi Comuni e Aler possono scorrere tutte le graduatorie fino all’approvazione dell’avviso successivo, assegnando alloggi anche non originariamente messi a bando. Inoltre, possono anche concludere accordi per mettere a disposizione alloggi sfitti di proprietà non rientranti nei servizi abitativi pubblici per far fronte all’emergenza sfratti.

Tutela delle fragilità

“Lo scorrimento delle graduatorie, la semplificazione della domanda per accedere ai bandi – ha concluso l’assessore – sono, per esempio, le vie giuste per velocizzare iter burocratici spesso problematici. Aiutare e tutelare le fasce deboli della popolazione, tenendo conto anche di quelle che vedono aumentare le proprie fragilità a fronte del mutato contesto socio-economico, è l’obiettivo della nostra azione programmatica e di governo”.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Consigliati per te

disponibilità abitativa Franco Valditara
"Bene l'incontro tra l'assessore alla Casa e Housing sociale, Paolo Franco ...
Aler manutenzioni barriere architettoniche
Aumentare l'offerta abitativa pubblica ed efficientare i processi dell'edilizia: sono tra gli obiettivi delle linee guida per l'aggiornamento e integrazione dei piani di manutenz ...
Bergamo Aler Borgo Palazzo
"Completate le assegnazioni di tutti gli alloggi Aler in via Borgo Palazzo": lo annuncia l'assessore alla Casa e Hous ...
Pavia interventi Aler
Continuano le giornate di lavoro sui territori per l'assessore regionale alla Casa e Housing sociale,
Patrimonio Aler amianto
Prosegue il programma di rimozione dell'amianto dal patrimonio dell'edilizia residenziale pubblica Aler. La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell'assessore alla Casa e Housing sociale,

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima