controllo covid

Sono 38 i Comandi di Polizia locale lombardi che hanno aderito all’operazione Smart/Covid (Servizio monitoraggio aree a rischio del territorio) svolta tra novembre e dicembre 2020. Oltre 130 i Comuni coinvolti, circa 5.000 gli operatori di Polizia locale, 3.800.000 i residenti interessati. L’operazione aveva l’obiettivo di aumentare i controlli di sicurezza urbana in una fase particolarmente delicata dell’emergenza pandemica.

Somme impegnate

Regione Lombardia ha promosso un piano di servizi e controlli straordinari, ulteriori a quelli ordinari e, in particolare, sono stati impegnati 343.000 euro e finanziate 14.531 ore di lavoro.

I numeri delle operazioni di controllo Covid

Identificate 3.340 persone, 615 le sanzioni per le violazioni ai provvedimenti del contenimento del Covid-19. L’impegno della Polizia locale non ha però tralasciato le attività di prevenzione e controllo alle norme di comportamento imposte dal codice della strada e gli operatori hanno elevato 7.640 sanzioni e rilevato circa 150 incidenti. Ed inoltre 10 conducenti sono risultati positivi all’alcool test e segnalati. Per inosservanza ai regolamenti la Polizia urbana ha pertanto elevato 121 verbali, 68 persone deferite all’Autorità Giudiziaria per violazioni del Codice penale. Attivati anche 600 controlli annonari; le Polizie locali hanno anche assicurato l’accertamento di quarantena obbligatoria – fiduciaria nei territori di riferimento.

De Corato: progetto Smart ripetuto in futuro

“I numeri – ha sottolineato l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale Riccardo De Corato – ci dimostrano l’intensa attività della Polizia locale e la bontà del nostro progetto. Le somme che abbiamo stanziato ci hanno consentito di ottenere risultati importanti. Il tutto grazie anche al lavoro e lo spirito di servizio dei nostri operatori e dei Comuni aderenti. Un progetto che si aggiunge alle altre operazioni Smart che, anche in periodi lontani dal Coronavirus, Regione Lombardia aveva fortemente voluto”. “Progetto – ha concluso De Corato – che, quindi, ripeteremo in futuro”.

mac