coronavirus medici dalla Russia

Accolti da vicepresidente Sala, Rizzi, Foroni e Magoni

È composta da 104 persone la delegazione di supporto nella lotta al Coronavirus proveniente dalla Russia. È formata da medici, infermieri e addetti alla sanificazione. Il gruppo è arrivato ieri sera all’aeroporto di Orio al Serio. Questa mattina si è svolto un incontro con i giornalisti al quale erano presenti, per Regione Lombardia, il vicepresidente Fabrizio Sala, il sottosegretario con delega a Rapporti con le delegazioni internazionali Alan Christian Rizzi, gli assessori Pietro Foroni (Territorio e Protezione civile) e Lara Magoni (Turismo, Marketing territoriale e Moda), oltre che Alexander Nurizade, console generale della Federazione Russa a Milano ed il sindaco di Bergamo Giorgio Gori.

Coronavirus, medici dalla Russia

Il ringraziamento della Regione e dei lombardi

“Ringrazio a nome di Regione Lombardia il governo russo per questi aiuti – ha detto il vicepresidente della Regione Fabrizio Sala -. Si tratta di un supporto importante e concreto per combattere questo nemico invisibile che può essere sconfitto solo se restiamo tutti uniti. Non è la battaglia di un territorio, ma di tutto il pianeta”.

Specialisti dalla Russia opereranno in ospedale da campo dedicato al Coronavirus allestito in Fiera

I medici ed il personale giunto dalla Russia opereranno nell’ospedale da campo alla Fiera di Bergamo. “I lavori per realizzare la struttura proseguono senza sosta – ha commentato l’assessore Pietro Foroni – e ognuno per la propria parte sta impegnandosi per rendere funzionante la struttura prima possibile. I rapporti internazionali intrapresi in questi due anni – ha concluso il sottosegretario con delega a Rapporti con le delegazioni internazionali, Alan Christian Rizzi – anche in questa situazione ci consentono di ottenere un prezioso sostegno da parte di chi, come in questo caso i russi, si mette a disposizione con competenze di alto profilo per dare una mano a chi da ormai più di un mese è costantemente in trincea”.

mac