didattica a distanza tempi

Assessore Sertori: i fondi per acquisti informatici e digitali

Allungamento dei tempi per le Province e la Città Metropolitana di Milano per attestare la ‘quota parte’ dell’uso dei 5 milioni destinati all’acquisto di dotazioni informatiche e per la realizzazione di opere e infrastrutture in grado di sostenere la didattica a distanza durante l’emergenza Covid-19. Lo stabilisce una delibera approvata martedì 16 novembre dalla Giunta su proposta dell’assessore agli Enti locali, Piccoli Comuni e Montagna, Massimo Sertori.

Il nuovo termine

Nello specifico, per quanto invece riguarda gli interventi destinati ad agevolare l’insegnamento digitale e la didattica a distanza, cambiano i tempi per la documentazione delle spese dei fondi rientranti nel ‘Piano Lombardia’. Il termine della rendicontazione passa dal 1° dicembre 2021 al 31 maggio 2022.

Modo di agire che è alla base del ‘Piano Lombardia’

didattica a distanza tempi

“Con questa proroga dei termini – spiega l’assessore – Regione Lombardia dimostra attenzione e vicinanza agli attori dei territori, in questo caso le Province. Un modo d’agire, il nostro, che trova riscontri concreti nell’ambito del ‘Piano Lombardia’, un autentico ‘Piano Marshall’ del terzo millennio. E che ha la caratteristica di saper ascoltare le richieste di Anci e Upl”.

Si riparte con sindaci e amministratori locali

“La ripartenza della Lombardia, infatti – conclude l’assessore Sertori – passa anche da questo ‘Piano’ in cui vi è attenzione costante e concreta verso i sindaci e tutti gli amministratori locali. Con importanti misure che prevedono iniezioni di liquidità utili a garantire risposte e servizi ai cittadini”.

gus

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0