Assessore Galli al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia

Accompagnato dal direttore generale del Museo Fiorenzo Galli

L’assessore regionale all’Autonomia e Cultura Stefano Bruno Galli ha visitato  a Milano il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci accompagnato dal direttore generale Fiorenzo Galli.  In questi mesi, nonostante l’emergenza e la chiusura al pubblico, sono iniziati i lavori di riqualificazione dei loggiati dei Chiostri dell’edificio Monumentale del Museo. Tutto ciò è stato possibile anche grazie al contributo dell’Assessorato all’Autonomia e Cultura di Regione Lombardia. Questi interventi fanno parte di un più ampio piano di investimenti, finalizzato a valorizzare gli spazi del Museo per Milano e il suo territorio.

Museo tra i più frequentati in Lombardia

L’assessore Galli ha salutato “con soddisfazione il ritorno del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia nel vivo della vita culturale milanese e lombarda. Certo, dovrà passare del tempo prima di replicare i ritmi e i numeri delle stagioni pre-Covid. Non dimentichiamo che il Museo della Scienza e della Tecnologia è fra i più frequentati in Lombardia con oltre 500.000 visitatori nel 2019. Si tratta di un’istituzione culturale rilevante, certamente il più importante museo italiano dedicato all’universo tecnico-scientifico in continua evoluzione”.

Galli museo scienza tecnologiaInterventi che restituiscono bellezza e memoria

“Anche in questo difficile frangente – ha evidenziato –  il Museo non è rimasto con le mani in mano.  Ha, Invece,  continuato a progettare il futuro, tenendo conto delle limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria che ci accompagneranno ancora nei mesi a venire. Non solo, in questo tempo, il Museo ha avviato i lavori di restauro dei suoi splendidi chiostri olivetani del XVI secolo. Regione Lombardia sostiene il restauro dei loggiati. Un intervento che restituisce bellezza, memoria e identità a un luogo pieno di fascino. E che aumenterà l’attrattività del Museo. Regione Lombardia, in particolare l’assessorato che mi onoro di guidare, è un partner istituzionale attento ed esigente nei confronti del Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”.

“Una realtà museale – ha concluso Galli – che svolge un ruolo centrale nel panorama culturale lombardo. Soprattutto come punto di riferimento nel processo di alfabetizzazione scientifica che si rivela sempre più cruciale per le sorti delle nuove generazioni e anche di noi tutti”.

In futuro museo ancora più interattivo

“In questo periodo complesso e incerto – ha spiegato il direttore generale Fiorenzo Galli – grazie ai propri partner istituzionali e privati, il Museo sviluppa numerosi interventi patrimoniali che lo renderanno nel prossimo futuro ancora più attrattivo. Con la realizzazione in corso di nuove strutture educative che vedranno la luce nella seconda metà dell’anno, il restauro del loggiato dei chiostri renderà possibile ospitare da settembre importanti iniziative di moda e design, già programmati. Ringrazio per questo la Regione Lombardia e l’assessore Stefano Bruno Galli per la sensibilità e l’attenzione dimostrate”.

mac