Covid, a Rho-Fiera dal 4 gennaio attive 10 linee per la gestione tamponi

gestione tamponi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Privati sempre più coinvolti nei servizi di diagnostica

Dal 4 gennaio attive 10 linee a Rho-Fiera per la gestione dei tamponi. Il piano di potenziamento dei servizi di diagnostica per la ricerca di SARS-CoV-2 prevede un importante coinvolgimento del privato. Lo sottolinea, in una Nota, la Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia, la cui attività è coordinata dalla vicepresidente Letizia Moratti.

In particolare, “sul territorio di Ats Milano – spiega la Nota – il privato è già presente con diversi punti prelievo e laboratorio: Auxologico, Galeazzi, Humanitas, Multimedica, Policlinico San Donato, San Carlo Paderno”.

Punto tamponi a Rho-Fiera con Gruppo San Donato

“Il Gruppo San Donato – prosegue la Nota – prenderà in carico la gestione del punto tamponi massivo presso Rho-Fiera, con l’attivazione di 10 linee in modalità ‘drive-through’ a partire dal 4 gennaio 2022. In fase iniziale, l’apertura del centro sarà di 6 giorni la settimana per 8 ore al giorno”.

Sono state raccolte, inoltre, queste disponibilità: Gruppo Humanitas, 250 tamponi al giorno dalla settimana del 3 gennaio; 500 tamponi al giorno dalla settimana del 10 gennaio. Multimedica, 400 tamponi al giorno, possibilmente con raccolta da parte di soggetti terzi.

Gestione tamponi, le Ats coinvolte

Anche sul territorio delle altre Ats, si registra una partecipazione importante del privato. Ecco il dettaglio per Ats:

  • Bergamo: Humanitas, IOB (Gruppo San Donato), Casa di Cura San Francesco, Politerapica, Centro Biomedico Bergamasco;
  • Brescia: Poliambulanza, Istituto Clinico S. Anna, Maugeri;
  • Brianza: Glab, Bianalisi, Congregazione Suore Misericordine San Gerardo, Istituti Clinici Zucchi;
  • Insubria: centro polispecialistico ‘Beccaria’, Lifebrain, Toma Advanced; Istituto clinico ‘Mater Domini’, Provincia Lombardo-Veneta dell’Ordine ospedaliero di San Giovanni di Dio Fatebenefratelli;
  • Pavia: Maugeri;
  • Valpadana: ospedale Suzzara, ospedale San Pellegrino.

“Il coinvolgimento del privato – conclude la Nota – potrà essere ulteriormente rafforzato attraverso specifici provvedimenti di Regione Lombardia in fase di emanazione. Questi prevedono, in particolare, la possibilità per le Ats di stipulare contratti di scopo con soggetti privati. A ciò si aggiunge la gestione di extrabudget per attività legate alla diagnostica Covid (prelievo e processazione tamponi) affidate a soggetti accreditati a contratto.

ver

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

coronavirus casi Lombardia
Ti interessa l'aggiornamento quotidiano della vaccinazioni? Clicca
vaccinazione-covid-lombardia
Vaccinazioni anti-Covid, i dati di lunedì 4 luglio. Somministrate 24.163.557 dosi
progetto parchi incontro prefetti
"Urgente intensificare i piani di contrasto allo spaccio. Nel 2022 altri 5 milioni per videosorveglianza aree verdi" La vicepresidente ed assessore al Welfare di Regione Lombardia,
task force liste attesa
Costituita in Lombardia una task force finalizzata a ridurre tempi e liste d'attesa e verificare la corretta gestione delle prestazioni in ambito ospedaliero e territoriale. L'obiettivo è di migli ...
coronavirus casi Lombardia
+++ I DATI DI GIOVEDÌ 30 GIUGNO, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 16 +++ A fronte di 46.621 tamponi effettuati, sono 12.082 i nuovi positivi (25,9%).
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima