Gp monza sala

Stand Regione con simulatore auto a guida senza conducente
In esposizione rendering progetto realizzato con Politecnico

In anteprima assoluta, in occasione del 90° GP d’Italia di Formula 1 a Monza, presso lo stand di Regione Lombardia, il rendering del simulatore di auto a guida senza conducente oggi ‘testato’ dal vicepresidente Fabrizio Sala.

vicepresidente

Finanziamento da 2 milioni

L’opera, finanziata da Regione Lombardia con 2 milioni di euro e che sarà allestita presso il Politecnico di Milano, offrirà alle aziende dell’automotive la possibilità di dimostrare in ambiente sicuro e in modo concreto le potenzialità delle proprie innovazioni prima di averle realizzate. Consentirà inoltre di verificare l’interazione fra utenti della strada e infrastrutture, prima che queste ultime siano costruite, con studi sulla sicurezza della guida per disabili o anziani.

test

Autodromo per sperimentare

“Stiamo lavorando affinché l’Autodromo diventi un luogo di sperimentazione per le nuove tecnologie di intelligenza artificiale e per testare le auto a guida autonoma” ha spiegato il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala.

Non solo Formula 1

“Non solo Formula 1. Vogliamo avvicinare – ha aggiunto Fabrizio Sala – il grande pubblico anche ai sistemi più moderni di propulsione. Uno dei progetti riguarda la possibilità che
Roborace, la nuova competizione mondiale della FIA con auto a guida autonoma e alimentati da motori elettrici, corra proprio nel nostro Autodromo” ha concluso Sala.

Secondo alcune stime, entro il 2035 il 75% delle auto che circoleranno sulle nostre strade saranno a guida autonoma o assistita e i veicoli elettrici nel mondo saliranno da 3 a oltre
100 milioni.

Automatizzazione

“L’automatizzazione della mobilità sta trasformando radicalmente il sistema dei trasporti, le abitudini e gli stili di vita delle persone, le necessità infrastrutturali e i tempi delle città – ha concluso il vicepresidente Sala – ponendoci di fronte a una rivoluzione tecnologica dai profondi impatti sociali ed economici in cui Regione Lombardia è in prima linea”.