Sicurezza, De Corato: progetto pilota per corsi di educazione stradale

De Corato
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

"La sicurezza e i corsi di educazione stradale sono e continueranno ad essere al centro della nostra attenzione". Lo dice l'assessore alla Sicurezza, Polizia locale e Immigrazione di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, alla vigilia del Gran Premio di Monza, in vista dell'incontro organizzato a Malpensa dal Conass (Comitato nazionale sicurezza stradale).

“In campo anche risorse per ridurre gli incidenti”

“La sicurezza e i corsi di educazione stradale sono e continueranno ad essere al centro della nostra attenzione”. Lo dice l’assessore alla Sicurezza, Polizia locale e Immigrazione di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, alla vigilia del Gran Premio di Monza, in vista dell’incontro organizzato a Malpensa dal Conass (Comitato nazionale sicurezza stradale).

“In tal senso – aggiunge – accolgo e sono pronto a sostenere la proposta lanciata di recente dall’Aci di Milano e del suo presidente Geronimo La Russa sulla possibilità di organizzare insieme corsi di educazione stradale dedicati ai giovani delle scuole medie”.

Cosa fare

“È giusto – auspica l’assessore – sensibilizzare i nostri figli a corretti comportamenti sulle strade e alla guida sicura, proprio come si è deciso di fare, guardando a un’altra novità scolastica, con in ritorno dell’educazione civica sui banchi”.

Spero attuazione rapida

“Lavoreremo – prosegue l’assessore – per attivare questa iniziativa già a partire da quest’anno scolastico, almeno in fase sperimentale per quel che riguarda il territorio metropolitano di Milano, per poi essere virtuosamente diffuso in tutto il resto della regione”. “L’intento – spiega – è quello di ingenerare un circolo virtuoso per il quale possano essere gli stessi ragazzi a correggere anche i comportamenti negativi dei genitori. Penso ad esempio al non utilizzo della cintura di sicurezza o alla guida con il telefonino in mano”.

Troppe croci sulle strade

“I dati dell’incidentalità stradale in Lombardia – ricorda De Corato – sono ancora molto preoccupanti, anche se in forte miglioramento rispetto al passato. Nel 2018 ci sono stati 32.550 incidenti, che hanno provocato ben 44.622 feriti e, purtroppo, 483 morti. Ancora troppi, queste sono decessi che non possiamo considerare solo come ‘accidentali'”. E nell’ultimo triennio, i ragazzi tra i 18 e 24 anni coinvolti in incidenti stradali, in qualità di conducenti, passeggeri o pedoni, sono stati quasi 20.000 con una media di oltre 6.400 all’anno.

Da Regione 8 milioni

“Regione – spiega De Corato – per ridurre l’incidentalità stradale ha stanziato quest’anno 8 milioni di euro, distribuendoli nel triennio 2019-2021. È prevista l’assegnazione di cofinanziamenti, pari al 50% dell’importo totale, riconosciuti alle Province e ai Comuni. Con questi fondi saranno migliorate tutte le opere infrastrutturali che, voglio sperare, contribuiranno all’obiettivo di ridurre il numero degli incidenti gravi”.

“In questa partita – conclude – so che il mio Assessorato e Regione troveranno Conass, a partire dal suo presidente Ivan Basso, in prima fila al loro fianco”.

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Incidente aereo Palazzo Pirelli commemorazione
Ventidue anni dopo l'incidente aereo a Palazzo Pirelli, la commemorazione  delle due avvocatesse morte nel tragico schianto
collegamento milano bolzano
Promuovere la realizzazione di un collegamento ferroviario regionale diretto efficiente, stabile, ecologico e sostenibile tra Milano e Bolzano, implementando la collaborazione tra Lombardia e Alto ...
torri via Russoli
Nuova vita per le torri Aler di via Russoli, nel quartiere Barona di Milano, dove sono terminati i lavori di riqualificazione ed efficientamento finanziati con 15 milioni d ...
Statale milano prima rettrice
"Complimenti e auguri di buon lavoro alla professoressa Marina Brambilla, neo rettrice dell'Università Statale di Milano". Così il
Valcamonica sopralluoghi
Una serie di visite e sopralluoghi  in Valcamonica (Brescia) per fare il punto sugli interventi di difesa del suolo. Ad effettuarle l' assessore regionale al
primo g7 regioni
La valorizzazione del ruolo delle Regioni come motori dell'Unione Europea e la richiesta di una pr ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima