Disabilità, Locatelli: dal 15 aprile apre bando per inclusione scolastica

Disabilità sensoriale inclusione scolastica
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

A disposizione di disabili sensoriali 10,2 milioni di euro

Disabilità sensoriale e inclusione scolastica, al via dal 15 aprile online le domande per aderire al bando di Regione Lombardia.

“A partire da giovedì 15 aprile sarà finalmente possibile presentare le domande di partecipazione al bando regionale di inclusione scolastica in favore degli studenti con disabilità sensoriale. Per l’anno scolastico 2021/2022 abbiamo messo a disposizione risorse per 10,2 milioni di euro. Destinatari delle risorse, bambini e ragazzi non vedenti, ipovedenti, non udenti, sordi e affetti da ipoacusia importante. Questi ragazzi, infatti hanno bisogno di un’assistenza qualificata. Da parte di specifiche figure educative. Oltre che di materiale didattico specifico. Nonché di libri di testo che garantiscano l’inclusione didattica”. Lo annuncia Alessandra Locatelli, assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità.

Investire nel futuro

inclusione scolastica disabilità sensoriale

“L’investimento di risorse a favore dell’accessibilità universale, infatti, soprattutto quando si tratta di scuola e formazione, è il modo migliore per le istituzioni, per investire nel futuro. Questo importante stanziamento, conferma l’impegno di Regione Lombardia nel promuovere una vera cultura di inclusione. A favore dei tanti ragazzi con disabilità sensoriale e delle loro famiglie. Quest’anno, infatti – sottolinea l’assessore – rispetto agli anni scorsi, abbiamo approvato con anticipo la delibera. Il fine è proprio consentire alle famiglie di poter pianificare per tempo la stampa e l’acquisizione dei libri di testo necessari”.

Modalità di partecipazione

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma Bandi online. L’indirizzo è: www.bandi.regione.lombardia.it.

Domanda

La domanda infine, va presentata da uno dei genitori. Oppure da chi rappresenta lo studente minore, o anche dallo studente stesso, se maggiorenne.

red

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

barriere architettoniche eliminazione lombardia
Vengono finanziati dal bando 51 progetti territoriali È stata pubblicata mercoledì 27 luglio sul Burl, il Bolle ...
graduatoria rifinanziamento bando e-state
Interessate le attività che riguardano bambini e ragazzi È stata pubblicata martedì 26 luglio sul Burl, il bol ...
conferenza csv Bergamo
Assessore a Bergamo a Conferenza Centri servizi volontariato Alessandra Locatelli, assessore a Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità a Pari opportunità di
sociale luino varese
Incontri alla sede dell'Anffas e all'Rsd di San Fermo All'Anffas Luino e all'Rsd di San Fermo di Varese prosegue a Varese e provincia il tour nel sociale ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima