Lombardia Notizie / Enti locali, montagna e risorse

Sertori: Intesa-Quadro Regione-Città Metropolitana su linee programmatiche

intesa quadro regione città metropolitana
Assessore: come stabilito nella nostra legge valorizziamo gli enti territoriali

Regione Lombardia e Città Metropolitana di Milano hanno condiviso, nella giornata di mercoledì 19 giugno, nell’ambito della Conferenza permanente istituita tra i due Enti il testo di una specifica Intesa-Quadro, prevista dalla legge regionale quale strumento per la definizione di linee programmatiche pluriennali condivise tra i due Enti. Presenti l’assessore regionale agli Enti locali, Montagna, Risorse energetiche e Utilizzo Risorsa idrica, Massimo Sertori, il vicesindaco metropolitano Francesco Vassallo, e i consiglieri Sara Bettinelli, delegata per gli Affari istituzionali, e Giorgio Mantoan, delegato per lo Sviluppo economico.

Intesa-Quadro tra Regione e Città Metropolitana

L’Intesa-Quadro è articolata in 13 ambiti strategici per i cittadini. Che vanno dallo sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente alla famiglia. E proseguono quindi con solidarietà sociale e disabilità, governo del territorio, sicurezza, sistema dei parchi. Si guarda anche alle infrastrutture e opere pubbliche, ai trasporti e mobilità sostenibile e allo sviluppo economico. Senza trascurare turismo, cultura e grandi eventi sportivi.
Non mancano riferimenti anche a istruzione e politiche per il lavoro, nonché alla trasformazione digitale.

La declinazione dell’Intesa

intesa quadro regione città metropolitana“L’Intesa-Quadro – commenta l’assessore regionale agli Enti locali, Massimo Sertori – declina modalità di raccordo tra i due Enti su grandi temi che necessitano di coordinamento costante”. “Si tratta di un passaggio importante – continua Sertori – che completa gli strumenti costituiti anche da ulteriori Intese, recentemente rinnovate. Quelle che hanno conferito funzioni regionali e relativi fondi a Città Metropolitana e alle Province lombarde. Strumenti attraverso i quali Regione Lombardia ha operato una scelta precisa di valorizzazione del ruolo di Città Metropolitana e delle 11 Province lombarde”.

A Palazzo Lombardia il 17 luglio la firma finale

“L’approvazione formale nei rispettivi organi del documento condiviso mercoledì 19 giugno – conclude Massimo Sertori – è attesa entro la fine di giugno; a seguire, il 17 luglio, avverrà la sottoscrizione in Palazzo Lombardia”.

Vassallo (Città Metropolitana): riconosciuta la nostra specificità

“Finalmente – commenta il vicesindaco della Città Metropolitana, Francesco Vassallo – viene riconosciuta la specificità della Città Metropolitana di Milano nell’ambito del sistema delle autonomie locali. Questa intesa quadro che non esito a definire dal valore storico, porterà benefici per i cittadini e il sistema economico per i nostri 133 Comuni garantendone uno sviluppo maggiormente ordinato, razionale e armonioso. Inoltre, avvicinerà l’assetto istituzionale del nostro territorio a quello delle più avanzate metropoli europee. Se ancora ce ne fosse bisogno, tutto ciò dimostra che quando le amministrazioni pubbliche ‘fanno squadra’ in un’ottica di leale collaborazione istituzionale, si possono raggiungere risultati importanti. Voglio ringraziare pubblicamente l’assessore regionale Massimo Sertori e i consiglieri delegati della Città metropolitana Sara Bettinelli e Giorgio Mantoan per il prezioso lavoro fatto in questi mesi. È anche grazie al loro instancabile impegno se d’ora in poi Palazzo Isimbardi giocherà da protagonista in Lombardia”.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima