Italia delle Regioni, Fontana: lavoriamo a ridefinizione delle competenze

Italia regioni competenze
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Il governatore: le Regioni hanno dato prova di compattezza

“Il Festival che inauguriamo in Lombardia, e che proseguirà il suo viaggio in tutti i territori che noi presidenti abbiamo l’onore di amministrare, contribuirà a rilanciare il ruolo delle Regioni che, mai come negli ultimi anni, hanno dato prova di compattezza”. Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, aprendo i lavori di ‘L’Italia delle Regioni’, il primo ‘Festival delle Regioni e delle Province Autonome’ in corso a Palazzo Lombardia.

Fontana: giusta una ridefinizione delle competenze delle Regioni

“Così come credo sia giusta – ha proseguito il presidente -, anche rispettando i dettati costituzionali, una ridefinizione dei compiti: le Regioni, come enti programmatori; i Comuni, enti locali che garantiscono i servizi; e una nuova stagione per quei corpi intermedi, con compiti di area vasta e coordinamento come le Province che sono stati eliminati nel 2016”.

La sussidiarietà e il ruolo dei privati

“Partendo da questo presupposto – ha proseguito il governatore – si devono sempre più sottolineare i principi di sussidiarietà. Una sussidiarietà orizzontale, riconoscendo il ruolo che anche il privato svolge. Senza il privato non avremmo infatti le risorse per riuscire a dare risposte non dico migliori, ma almeno uguali. Dall’altra, una sussidiarietà verticale rispettosa dei Comuni e delle Province, come attori del sistema democratico”.

Fontana: Conferenza come ente di raccordo con il Governo

“Apriamo dunque questa rassegna – ha concluso Fontana – con un corposo lavoro di Tavoli di confronto sulle tematiche di interesse per il nostro Paese; sul ruolo che la Conferenza può e deve svolgere come ente di raccordo con il Governo, con una riflessione aggiuntiva sulla possibilità di realizzare finalmente una Nazione dove l’ascolto delle parti non è contrapposizione, ma composizione degli interessi di tutti. L’obiettivo è di disegnare un riparto delle competenze che non sia più uguale per tutti, ma sia distinto a seconda delle vocazioni territoriali, delle specificità e dei problemi che un territorio presenta”.

gal

Ottimizzato per il web da:
Andrea Filisetti

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

esami maturità Lombardia
In occasione dell'avvio degli esami di Maturità in Lombardia,  il presidente di Regione Lombardia
Giovani in cammino oratori
Prevede quest'anno 120 progetti e impegna risorse per 750.000 euro l'iniziativa 'Giovani in cammino',  l'accordo con gli oratori
cinghiali fenomeno
Cinghiali, la Lombardia ha fatto più di tutti per contenere il fenomeno. "Gli allevatori  chiedono di iniziare un serio processo di eliminazione dei cinghiali. Da un lato per impedire che la
consorzi bonifica fondi fonti energetiche
Approvati i criteri e le modalità di assegnazione dei contributi regionali, pari a 882.000 euro di fondi, ai
Varese Fontana Confindustria
“La nostra provincia è all’avanguardia ed è un motore per la Lombardia e per l’Italia, con tante storie di imprese di successo che meritano di essere tutelate e valorizzate ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima