A Varese Schiranna e Bodio Lomnago sul Lago di Varese ok a balneabilità

lago varese
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Il primo bagno è previsto per il 2 luglio

Sino al 31 agosto è confermata la balneazione

L’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia ha presieduto la riunione del Comitato di Coordinamento dell’Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale per il risanamento del Lago di Varese e la sua balneabilità. Nel corso della riunione si è fatto il punto sullo stato di avanzamento dell’accordo e sulle attività svolte dalle istituzioni coinvolte.

Si conferma la decisione di aprire alla balneabilità sperimentale sul Lago di Varese

“Per quanto la balneazione e la balneabilità del Lago di Varese – annuncia l’assessore all’Ambiente e Clima – confermiamo la decisione di aprirla sperimentalmente dal 2 luglio e al 31 agosto a Varese Schiranna  e a Bodio Lomnago. Eccezion fatta per un blocco durante il periodo dei mondiali di canottaggio. Il 2 luglio si terrà inoltre l’incontro pubblico annuale di presentazione dei lavori svolti dall’Accordo e una serie di eventi in occasione dell’apertura della balneazione”.

“Tutto questo sulla base dei risultati dei monitoraggi integrati, microbiologico, tossicologico e sulle fioriture algali, che sono stati effettuati in questi anni e intensificati in questi ultimi due mesi e che mostrano una situazione di totale conformità rispetto ai limiti normativi e danno garanzie di assoluta sicurezza”.

Nuova balneabilità sul Lago di Varese conferma avvio a completo risanamento

“L’avvio della balneazione – rimarca l’assessore – conferma la serietà del lavoro svolto, è un primo importante risultato concreto che proseguirà fino al completo risanamento del lago. Saprà poi valorizzare il lago in un’ottica di sviluppo sostenibile”.

“La balneazione sperimentale– conclude  – ha anche lo scopo di valutare e studiare tutti gli effetti ambientali sul lago, sull’ecosistema che lo circonda e sulla biodiversità. Rappresenta un’opportunità di educazione ambientale e per la diffusione della consapevolezza dei cittadini sull’importanza del nostro lago”.

Campeggio di Azzate: non  riscontrate criticità ambientali

Dalle informazioni ricevute da Arpa, Comune di Azzate e da Ats la segreteria tecnica dell’Accordo ha riferito che non emergono evidenze di particolari criticità dal punto di vista ambientale, con riferimento all’inquinamento delle acque e delle sponde.

Avanzamento dei lavori

Di seguito la situazione dell’avanzamento dei lavori di risanamento e valorizzazione del lago nelle sei macroaree. Ossia: rete fognaria e monitoraggio delle acque. Prelievo ipolimnico, biodiversità e navigazione. Comunicazione e valorizzazione delle sponde lacustri.

Ricognizione rete fognaria

Si sono conclusi tutti gli interventi di ricognizione del sistema fognario effettuati dalla società Alfa. Proseguono speditamente i lavori per la realizzazione di una vasca di laminazione e risanamento di parte del collettore circumlacuale sud nel comune di Galliate Lombardo. Per quanto riguarda la risoluzione delle criticità individuate presso il comune di Barasso, si provvederà alla sostituzione della rete. E anche alla scissione dei pozzetti per acque bianche dalle acque nere. Lo scopo è quello di garantire il giusto collettamento della rete nera. Il progetto è stato validato. I lavori partiranno a fine giugno 2022.

Impianto di fitodepurazione

Per quanto riguarda la dismissione della stazione di sollevamento SS9 e la realizzazione di un impianto di fitodepurazione nel Comune di Comabbio, è stato ultimato il progetto definitivo. L’esecuzione dei lavori avverrà tra le fine del 2022 e il primo trimestre del 2023. Inoltre, altri Comuni hanno effettuato valutazioni e ora si stanno valutando ulteriori interventi da realizzare. Oltre a queste informazioni di dettaglio, comunque, complessivamente i circa 20 progetti individuati, saranno realizzati entro la fine del 2023.

Monitoraggio delle acque

L’attività di monitoraggio del Lago di Varese, del fiume Bardello e del Lago Maggiore procede regolarmente. Il lago sempre costante miglioramento. I valori del fosforo negli ultimi anni stanno migliorando sia nel periodo di massima circolazione sia come media annua. Inoltre anche i valori relativi alla balneazione raccolti negli ultimi anni non presentano superamenti dei limiti di legge. In questi ultimi due mesi si è applicato il sistema di ‘early warning’ basato sull’integrazione dei dati provenienti da vari monitoraggi (come boa limnologica, monitoraggio tradizionale e telerilevamento coi satelliti) che ha mostrato capacità di predire fioriture algali come avvenuto in aprile.

Controlli ogni 1 o 2 giorni

Da giugno in poi sarà intensificato il monitoraggio di tutti i parametri relativi alla balneazione, da parte di Ats (microbiologici, presenza algale e di tossine) fino ad arrivare a un monitoraggio ogni 1 o 2 giorni per garantire e verificare la salubrità delle acque. Il report dei dati sarà reso disponibile ogni 4 giorni.

Prelievo ipolimnico

L’impianto quest’anno è ripartito il 2 maggio e l’obiettivo rimane sempre l’asportazione di 4 tonnellate di fosforo all’anno. Si sono individuate delle soluzioni di ottimizzazione della gestione dell’impianto di prelievo ipolimnico, a fronte dei problemi causati dall’aumento dei costi di energia elettrica e dalla crisi idrica.

Biodiversità e navigazione

Sono in corso interlocuzioni da parte del Comune di Varese, con un soggetto interessato ad attivare una navigazione elettrica sul lago. La società si è resa disponibile ad attivare un servizio tra Schiranna e l’isolino Virginia. Sono in corso interlocuzione per valutare l’effettiva possibilità di attivare il servizio già dalla prossima estate.

Durante la riunione i presenti hanno illustrato i pannelli informativi che saranno realizzati da Alfa al fine di raccontare il lavoro dell’attività AQST e di sensibilizzare i cittadini.  migliorando l’informazione sulla qualità delle acque del lago. È previsto un evento pubblico di presentazione del lavoro dell’AQST ai cittadini il giorno 2 luglio, con l’avvio della balneazione.

Valorizzazione sponde lacustri

I Comuni interessati al progetto ora si occuperanno della sua validazione. A breve sarà completato. Si prevede dunque, tra la fine di giugno e luglio, l’organizzazione di una mostra aperta al pubblico per illustrare le progettualità proposte, frutto di un confronto tra Politecnico di Milano e comini rivieraschi.

 

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Giornata degli alberi
"La presenza degli alberi nei nostri territori è fondamentale per mitigare le emissioni di gas climalteranti e per svolgere azioni di adattamento ai cambiamenti climatici”. Lo ha detto l ...
variante ferroviaria Cascina Polaresco
Ulteriore passo avanti dell'iter per la realizzazione del raddoppio sulla linea ferroviaria Ponte San Pietro-Bergamo, in particolare della variante in prossimità ...
impianto riciclo plastica Mantova
Rendere ancora più efficiente il riciclo della plastica affiancando ai processi meccanici anche quelle chimici: è ...
Bosco di Vanzago
Regione Lombardia continua negli investimenti, questa volta collaborando con il Bosco di Vanzago, volti a contrastare la perdita di
bicocca ambiente
Uno stanziamento di oltre 350.000 euro promosso dall'assessorato all'Ambiente affinché anche l'università Bicocca di Milano possa realizzare il progetto che ha come obiettivo la ...
lago varese balneabile e
Il lago di Varese è balneabile nella sua interezza e nell’estate 2023 saranno attivi altri punti di balneazione (oltre a Varese
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima