Autonomia, Fontana: Lombardia e Veneto pronte a presentare proposte

lombardia veneto autonomia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Il governatore: è il momento di ottenere risultati concreti, ministro Gelmini disponibile a lavorare

A quattro anni di distanza dal referendum sull’Autonomia, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana interviene sul tema per sottolineare che è ripreso il dialogo con il Governo già avviato prima della pandemia e poi forzatamente interrotto.

“Abbiamo iniziato a confrontarci con il presidente Zaia – ha detto il governatore della Lombardia – poi con il ministro Gelmini. Il fatto importante è riprendere subito e con determinazione. I nostri tecnici, quelli della Lombardia e del Veneto, stanno trattando la questione per affinare ulteriormente la nostra proposta”.

Autonomia, tecnici Lombardia e Veneto stanno ‘affinando’ proposta

“Si deve sempre rispettare la Costituzione – ha aggiunto Fontana – la quale dice che l’accordo nasce da un’intesa tra Governo e Regioni. Questo il punto di partenza da cui non si può prescindere se non si vuole violare la Costituzione. Siamo pronti ad ascoltare quello che ci dirà il Governo ma siamo convinti ci sia la massima disponibilità a lavorare insieme come ci ha confermato il ministro Gelmini”.

“Non vogliamo che la questione – ha proseguito il presidente della Regione Lombardia – sia ‘fuffa’, come l’ha definita Zaia. Per questo, vogliamo portare a casa risultati concreti. Ci sono alcune materie come i servizi sociali, l’istruzione per la quale è necessario calcolare i costi standard, in questo caso ci vuole più tempo, anche se devo sottolineare, il Governo sta elaborando la materia dei costi standard dal 2009”.

Assessore Galli: persi 2 anni per stop ideologico del ‘Conte-bis’

“Purtroppo abbiamo perso quasi due anni – ha chiosato l’assessore con delega all’Autonomia, Stefano Bruno Galli – a causa dello stop ideologico deciso dal Governo di centrosinistra del Conte bis, ma ora vogliamo riaprire, per dare una risposta ai lombardi che hanno votato sì al referendum”.

“Nel 2019 – ha ricordato l’assessore – la trattativa era arrivata a uno stadio molto avanzato, poi si è bloccata con l’avvento del Conte bis. La Regione Lombardia è pronta. È pronto da tempo il dossier che abbiamo preparato, in questi anni, per portarlo sul tavolo del ministro competente. Siamo lieti che, dopo l’anno e mezzo perso con lo stop politico deciso dal Governo Conte bis, finalmente si riparta”.

ben

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

siccità stato di emergenza
Il governatore: mantenere fino a 15 luglio disponibilità di acqua per garantire primo raccolto Assessore Foroni: servono interventi mirati in tempi rapidi
Rondò A4 Bergamo
Sopralluogo dell'assessore al cantiere viabilistico Fontana: risultato importante grazie al Piano Lombardia Proseguono i lavori per la realizzazione del nuovo
Lago di Varese eventi
Un palinsesto ricco di eventi che coinvolgeranno grandi e piccoli quello proposto dal lago di Varese. Gli appuntamenti al Lido della Schiranna e al porticciolo di Bodio Lom ...
gruppo san donato
Sono 15 i progetti finanziati da Regione con oltre 10 milioni di euro del 'Piano Lombardia' finalizzato alla valorizzazione del patrimonio pubblico delle amministrazioni locali, che rivesta interes ...
valorizzazione patrimonio minerario
Fondi a siti di Petassa a Malonno (Bs) e di Valtorta in val Brembana (Bg) per risistemazione La Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente e Clima,
siccità emergenza
"Da ieri è operativo l'accordo con il Trentino, arriveranno 5 milioni di metri cubi di acqua in più che contribuiranno ad aiutare quella parte di territorio che si serve del lago d'Idro. Abbiamo ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima