Lupi in pericolo: in campo unità cinofila antiveleno, accordo salverà fauna

Lupi in pericolo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Regione Lombardia e Provincia Brescia aderiscono a progetto Ue

Migliorare la coesistenza fra i lupi, attualmente in pericolo, e le persone che vivono e lavorano sulle Alpi. Obiettivo, realizzare soluzioni condivise per garantire la conservazione dell’animale.

È quanto previsto dal progetto europeo Life WolfAlps Eu ‘Azioni coordinate per migliorare la coesistenza lupo-uomo nell’areale alpino’ a cui Regione Lombardia ha aderito. Nel Bresciano, per la prima volta sul territorio regionale, si procederà a portare avanti un percorso formativo volto a sviluppare azioni antibracconaggio attraverso un nucleo cinofilo antiveleno.

Nucleo cinofilo antiveleno

I bocconi avvelenati costituiscono una seria minaccia per la conservazione del lupo e della fauna in genere. Non colpiscono solo i capi che mangiano il boccone mortale, ma anche tutti quegli animali che si alimentano di carcasse e vengono, quindi, a loro volta avvelenati dai resti.

Lupi in pericolo, progetto europeo

“Questo progetto – ha spiegato l’assessore all’Ambiente e Clima – rappresenta una prima iniziativa che mi auguro possa poi essere estesa sull’intero territorio della Lombardia. Le unità cinofile antiveleno rappresentano uno degli strumenti per il contrasto ai reati di avvelenamento. In Lombardia il lupo è presente soprattutto nelle aree alpine ed appenniniche. Regione Lombardia, anche per questo motivo, partecipa attivamente ai programmi di monitoraggio inseriti nei progetti europei. Inoltre mette in campo, da anni,  iniziative finalizzate a dare strumenti che consentano una coesistenza armonica del lupo con le attività antropiche. Tra queste vanno ricordate l’allevamento, l’agricoltura e il turismo”.

“Sono dunque convinto – ha concluso – che l’accordo tra Regione e Provincia di Brescia rappresenti un ulteriore elemento per una corretta gestione della presenza del lupo in Lombardia”.

Carabinieri forestali

Regione Lombardia affiancherà Provincia di Brescia nella supervisione dell’attuazione e nel raccordo con i partner e con i Carabinieri Forestali. Contribuirà, inoltre, alla copertura delle spese necessarie e alla campagna di sensibilizzazione. Le risorse regionali a disposizione per i prossimi due anni sono di 64.400 euro.

I fondi messi in campo servono per l’acquisto il mantenimento e l’addestramento del cane, la fornitura di un pick up e del kit antiveleno. Saranno utilizzati anche per la pianificazione di interventi programmati annuali e d’urgenza.

Ottimizzato per il web da:
Monica Ramaroli
0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Giornata spreco alimentare
'Non sprecare una storia d'amore', è il concept della nuova campagna di comunicazione per la giornata contro lo spreco alimentare. Il 29 settembre è infatti la 'Giornata internazionale della con ...
Move In area b
Regione antepone concretezza a scelte ideologiche di Milano “È davvero paradossale che il sindaco Sala si lamenti con la
area B move in
Crisi economica e scarsa comunicazione alla base della proposta di Regione "Abbiamo chiesto al Comune di Milano, alla luce della crisi energetica e socio-economica e di una comunicazione c ...
raccolta differenziata Lombardia
Solo lo 0,05% dei rifiuti conferito in discarica: cento volte meno di quanto avviene nei Paesi europei più avanzati Nel 2020 la
area b milano
 Grazie alla 'black box' della Regione, oltre 5.000 veicoli diesel euro 4 e 5 dal 1° ottobre potranno continuare a circolare in Area B di Milano Sono già oltre 5.000 le adesioni a MoVe- ...
balneazione sperimentale lago Varese
I dati rispettano tutti parametri Il 31 agosto 2022 si conclude il periodo sperimentale di apertura della balneazione su due punti del Lago di Varese, alla Schiranna e a Bodio Lomnago. Il ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima