Sanità, Milano: vicepresidente Moratti inaugura ‘I melograni al Buzzi’

melograni buzzi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

‘I melograni al Buzzi’, opera d’arte per colorare l’ospedale dei bambini

Continua l’operazione ‘Quartiere dei bambini’, cominciata con la nascita del ‘Nuovo e Grande Buzzi’. Si tratta di un Hub pediatrico all’avanguardia,: i lavori si concluderanno entro la fine del 2023.

Oggi è stata inaugurata, alla presenza della vicepresidente ed assessore al Welfare, Letizia Moratti, una vera e propria opera d’arte situata all’interno del futuro giardino. Un intervento che contribuirà a favorire il processo di integrazione tra i diversi padiglioni dell’Ospedale nell’ambito del quartiere in cui è situato.

Un lavoro eccezionale di camouflage eseguito su due grandi costruzioni di cemento. Il tutto è frutto di una partnership tra Fondazione Buzzi, nata per sostenere e finanziare il nuovo nosocomio, e Fondazione Riccardo Catella.

Per realizzare l’opera denominata ‘I Melograni al Buzzi’, firmata dall’artista e paesaggista Gianni Burattoni, il professore Angelo Falmi ha coinvolto gli studenti dell’Accademia di Brera .

Un modo per far ‘rivivere’ sulle pareti circolari affrescate gli alberi di melograno che originariamente decoravano l’area. Il rosso, simbolo del succo del frutto, si mescola ai colori allegri di colline azzurre e verdi.

‘I Melograni al Buzzi’, opera firmata dall’artista e paesaggista Gianni Burattoni

Il progetto si è concretizzato grazie all’azienda PPG, in partnership con Geronimo Stilton Fondazione. Quest’ultima ha donato pitture ad alte prestazioni con elevatissima resistenza agli agenti atmosferici a marchio Sigma Coatings. A ciò si aggiunge una raccolta fondi promossa tra i dipendenti.

L’obiettivo quindi è ‘fare un dono’ ai piccoli pazienti del ‘Buzzi’: portare in un ambiente come quello ospedaliero, da sempre considerato freddo e sterile, una sferzata di colore. Ciò al fine di stimolare la fantasia e l’immaginazione dei bambini.

Un’ulteriore iniziativa, volta a rendere l’ospedale un simbolo di accoglienza nel quartiere, dove la nascita e la cura sono protagoniste di una visione positiva della vita, sarà il ‘piccolo giardino terapeutico’, situato sul tetto del padiglione del ‘Nuovo e Grande Buzzi’.

Il concept, studiato dal filosofo paesaggista Massimo Venturi Ferriolo, avrà lo scopo di accogliere, incuriosire e condurre i bambini attraverso scoperte e profumi sino all’ospedale. La Fondazione Catella, che ha anche contribuito alla riqualificazione artistico-paesaggistica del cortile esterno del giardino all’ingresso dell’Ospedale, realizzerà il giardino. Ciò in un’ottica di miglioramento della fruizione degli spazi, anche dell’area verde di fronte al punto di ristoro per pazienti, familiari e personale.

melograni buzzi

Ospedale Buzzi, proseguono lavori per la realizzazione del nuovo edificio

Altre operazioni in linea con ‘I Melograni al Buzzi’ e con l’idea di Lina Sotis di trasformare il quartiere, stretto tra corso Sempione e Chinatown, nel ‘Quartiere dei bambini’, sono le decorazioni a tema spaziale sulle pareti della fermata Gerusalemme della metropolitana lilla. Nell’ambulatorio pediatrico al meno 1 sono stati somministrati i vaccini antinfluenzali e si effettuano controlli della vista per l’ambliopia e date informazioni utili per le neomamme.

Intanto proseguono i lavori per la realizzazione del nuovo Buzzi dopo lo sblocco di 40 milioni di euro di finanziamento.

L’intervento prevede la realizzazione di un nuovo edificio, all’incrocio via Castelvetro e via San Galdino connesso all’esistente blocco C. Il nuovo polo pediatrico è costituito da sette piani, di cui un seminterrato, un interrato e cinque fuori terra e un healing garden al V livello. Il punto di accesso delle ambulanze al pronto soccorso è posto su via San Galdino.

I lavori sono iniziati nella primavera del 2019, l’intervento dovrebbe terminare entro il 2023.

red

 

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

trauma team niguarda
Lei è Stefania Cimbanassi, 51 anni, medico chirurgo e dal 2023 direttrice della Chirurgia generale Trauma Team dell'Ospedale Niguarda di Milano. La notte dello scorso 8 maggio, in una manciata di ...
disservizi ricette
A causa di un problema informatico della piattaforma nazionale che ha creato disservizi in molte regioni, nella giornata di oggi anche in Lombardia è stata limitata l'operatività del servizio di ...
farmacie lombardia holter
Dal martedì giugno 2024, i cittadini residenti o domiciliati in Lombardia, con esenzione per patologie cardiovascolari, potranno accedere gratuitamente nelle farmacie lombarde ai servizi di teleme ...
regione lombardia avis sangue bertolaso
Un appello ai volti noti dello sport, dello spettacolo e della TV a diventare testimonial dell'importanza della donazione del sangue e del plasma. Lo ha lanciato l'assessore regionale al Welfare, < ...
hacker rhodense
"Dopo l’attacco hacker di giovedì 6 giugno, all'ASST Rhodense, sono stati ripristinati parzialmente i servizi di telefonia ...
La scorsa notte, la rete informatica dell’ASST Rhodense ha subito un importante attacco informatico che ha coinvolto tutte le sedi (presidi di Garbagna ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima