Olimpiadi 2026, Fontana: vittoria di tutti e squadra Lombardia – Veneto

Olimpiadi Milano e Cortina
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Presidente: le nostre atlete hanno mostrato Italia che vogliamo.

“L’aggiudicazione delle Olimpiadi invernali 2026 a Milano e Cortina è la dimostrazione che quando le amministrazioni lavorano insieme, senza distinguo e con un obiettivo sincero, si possono vincere tutte le battaglie. La collaborazione perfetta tra Lombardia e Veneto ha consentito di realizzare quello che appariva un sogno”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo in Consiglio regionale, durante la relazione sull’aggiudicazione dei Giochi olimpici invernali 2026 a Milano-Cortina.

Ci abbiamo creduto fin dall’inizio

“Ci abbiamo creduto fin dal principio – ha sottolineato – e siamo andati avanti senza paura, anche quando c’era da esporsi per le garanzie di 400 milioni di euro che inizialmente il Governo non voleva sostenere”.

Senza alcuna pecca

“Per fortuna, poi questa pecca è stata sanata e senz’altro ciò ha aiutato i commissari del Cio a dare al nostro Paese questa grande opportunità. Non dobbiamo però dimenticare che gli artefici principali di questa vittoria sono state le nostre due regioni”.

Il nostro dossier era il migliore in assoluto

“Il nostro dossier – ha proseguito Fontana – era di gran lunga migliore di quello dei nostri avversari. Una proposta che coinvolgeva i nostri territori, luoghi meravigliosi come Milano, la Valtellina e Cortina, con piste riconosciute a livello internazionali che ora avranno le Olimpiadi. Un dossier che ha mostrato la nostra essenza, la nostra storia”.

Vittoria con le nostre atlete

“Voglio sottolineare un altro elemento che ha decretato la nostra vittoria – ha detto Fontana – vale a dire le nostre campionesse. La scelta, presa all’ultimo momento, di dare spazio durante la presentazione finale alle nostre atlete è stata azzeccata. Sono loro che hanno permesso di mostrare e rappresentare un’altra faccia della nostra Italia”. “Un Paese giovane, fresco, pieno di entusiasmo – ha concluso – che aveva voglia di vincere questi giochi. Questa è l’Italia che vogliamo, che guarda avanti senza paura di niente e che vince le scommesse”.

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Elena Beccalli
“Mi complimento con la professoressa Elena Beccalli per la nomina a rettrice dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. È donna tenace, estremamene preparata e dal grande spe ...
Fascicolo sanitario elettronico
“Il Fascicolo sanitario elettronico 2.0 è uno strumento che consente di accorciare le distanze tra il citta ...
piano mattei
“Confermiamo la nostra disponibilità a collaborare per la realizzazione del Piano Mattei. Un’azione che va vista e valutata come un intervento di medio-lungo termine, in grado di essere utile ...
contest pa ok
Rendere la macchina amministrativa sempre più vicina ai cittadini e, quindi, al mondo economico produttivo. È questo l'obiettivo del contest 'PA OK! Insieme per creare valore pubblico', voluto da ...
autonomia differenziata legge
“La Lombardia correrà più veloce grazie all’Autonomia differenziata e pe ...
esami maturità Lombardia
In occasione dell'avvio degli esami di Maturità in Lombardia,  il presidente di Regione Lombardia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima