proroga termini legge 4

“Detto, fatto. Consentiremo a Comuni in difficoltà di non perdere le risorse”

Via libera, all’unanimità, dal Consiglio regionale della Lombardia, alla proroga dei termini, rispetto alla scadenza del 10 settembre 2021, per l’avvio delle opere pubbliche dei Comuni ai quali Regione Lombardia ha messo a disposizione, con la legge regionale 4, 101 milioni di euro.

Progetto di legge regionale

“Il progetto di legge regionale – commenta l’assessore agli Enti locali e referente in Aula per la Giunta – interviene quindi a modificare l’articolo 1 della legge regionale 4 del 2021 ‘Interventi a sostegno del tessuto economico lombardo’. Ovvero la norma con cui sono stati messi a disposizione dei Comuni lombardi 101 milioni di euro“.

Ambiti di intervento

“Fondi che servono infatti – ricorda – come contributi per investimenti per la progettazione e per la realizzazione di opere pubbliche per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Nonchè per interventi di viabilità e per la messa in sicurezza e lo sviluppo di sistemi di trasporto pubblico. Anche con la finalità di ridurre l’inquinamento ambientale. E, inoltre, servono per la rigenerazione urbana e la riconversione energetica verso fonti rinnovabili, per le infrastrutture sociali e le bonifiche ambientali dei siti inquinati”.

Oltre il 10 settembre

“Il Consiglio regionale – continua l’assessore agli Enti locali – aveva originariamente stabilito nel 10 settembre il termine di affidamento dei lavori. Questo per quegli interventi da parte dei Comuni stessi, pena la revoca dei contributi. Ciò per garantire il rispetto dei tempi indicati nella legge di bilancio statale che ha stanziato dette risorse alle Regioni”.

Lo schema di accordo Governo-Regioni

“Tenuto conto – sottolinea – che il Governo ha predisposto uno schema di accordo con le Regioni per la proroga dei termini per l’impiego delle risorse da parte dei Comuni rispetto alla scadenza di settembre, si è reso necessario adeguare la legge regionale 4. Ridefinendo il termine dell’affidamento dei lavori. E assegnando alla Giunta regionale la definizione delle nuove scadenze”.

Sostegno concreto a Comuni in difficoltà

“Grazie a questo provvedimento, molto atteso dai sindaci – afferma l’assessore – consentiremo a tutti i Comuni lombardi di fruire delle risorse attribuite”. “Quindi – conclude l’assessore – anche a quelli che, per difficoltà legati allo svolgimento delle gare d’appalto, non riescono prevedibilmente a rispettare il termine del 10 settembre per l’affidamento dei lavori”.

gus

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0