Protezione civile. Volontari più presenti in emergenze con nuova legge

Protezione civile volontari emergenze
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Foroni: 400.000 giornate/uomo lavorative in pandemia

Valorizzare ulteriormente il ruolo dei volontari di Protezione civile facendo tesoro delle esperienze maturate durante le emergenze. È, questo – secondo l’assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni – il principale obiettivo della nuova legge regionale di Protezione civile, attualmente in fase di elaborazione.

“Vogliamo migliorare il sistema di Protezione civile – ha detto Foroni – e guardare al futuro per valorizzare ancora di più il mondo del volontariato”. L’assessore è così intervenuto al Consiglio direttivo del Comitato di Coordinamento delle Organizzazioni di Volontariato di Protezione civile della Città Metropolitana di Milano.

Protezione civile volontari emergenzeProtezione civile, più volontari nelle emergenze

“Abbiamo voluto mettere mano all’attuale normativa – ha aggiunto l’assessore – ma cogliendo gli insegnamenti che l’emergenza sanitaria ci ha fornito. Tra questi quello relativo alla preziosa collaborazione messa in atto da sistema sanitario e dal mondo del volontariato”.

“È per me motivo di orgoglio – ha ribadito Foroni – sottolineare ancora quanto la presenza dei volontari all’interno degli hub sia stata fondamentale anche, e soprattutto, per l’interazione con i cittadini”.

“Ci stiamo avviando alle 400.000 giornate/uomo lavorative. Sono numeri impressionanti – ha aggiunto l’assessore – che dimostrano quanto sarebbe stato complicato affrontare una pandemia senza la costante presenza del nostro sistema regionale. Anche per questo immane sforzo  li ringrazio sentitamente”.

Nuova legge entro autunno

“L’obiettivo – ha proseguito l’assessore – è sottoporre alla Giunta il testo della nuova normativa entro luglio e procedere con l’iter di approvazione in autunno. Vogliamo proseguire con il sistema di delega e sussidiarietà nei confronti delle Province – ha concluso Foroni – e mantenere una funzione a livello provinciale con l’inserimento di un volontario per quanto riguarda la gestione delle emergenze, che collaborerà con i funzionari locali. Così, il volontariato sarà ancora più operativo nella gestione delle emergenze, un valore aggiunto per la comunità”.

ver/ram

Quanto ti è piaciuto questo articolo?
5/5

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

alto rischio incendi boschivi
La Direzione Generale Territorio e Protezione civile della Regione Lombardia ha istituito, da venerdì 6 maggio, la chiusu ...
fondi danni maltempo como sondrio varese
Il dettaglio degli stanziamenti nei territori interessati Fondi per danni del maltempo, il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stanziamento di 18 milioni di euro a fav ...
frana valgoglio aiuto residenti
In seguito alla frana registrata martedì 26 aprile a Valgoglio, nel Bergamasco, Regione Lombardia si è ...
incendi inneschi
L'assessore regionale Foroni fa il punto sulla situazione Il territorio lombardo continua a essere interessato da diversi inneschi scaturiti a causa delle condizioni meteorologiche, che ha ...
allerta rossa incendi boschivi
La Sala Operativa della Protezione civile di Regione Lombardia, coordinata dall'assessore al Territorio e Protezione civil ...
allerta arancione incendi
La Sala Operativa della Protezione civile di Regione Lombardia, coordinata dall'assessore al Territorio e Protezione civile,
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima