Misura 4.1, Rolfi: 70 milioni a redditività, competitività e sostenibilità

psr investimenti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Domande dal 19 novembre, novità finanziamento anche a impianti per produzione di energia da fonti rinnovabili

La Regione Lombardia ha approvato le disposizioni attuative per la presentazione delle domande relative all’Operazione 4.1.01 del Programma di sviluppo rurale (Psr), legata agli incentivi per investimenti per la redditività, competitività e sostenibilità delle aziende agricole. La dotazione finanziaria complessiva è di 70 milioni di euro.

La Misura più attesa del Psr

psr investimenti

“È questa – ha dichiarato l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi – la Misura più attesa del Psr, quella con cui alle aziende agricole vengono erogati contributi per opere, impianti, nuove apparecchiature e strumentazioni informatiche. Abbiamo infatti l’obiettivo di stimolare la competitività dell’impresa lombarda e garantire la gestione sostenibile delle risorse naturali”.

La novità della nuova edizione

“La novità di quest’anno – ha sottolineato – è la possibilità di finanziare anche la realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti energetiche rinnovabili a utilizzo aziendale, come impianti fotovoltaici e solare termico. L’agricoltura lombarda è sempre più green e attenta all’equilibrio tra sostenibilità ambientale e sostenibilità economica dell’impresa”.

Le domande

Le domande potranno essere presentate dal 19/11/2021 sino al 31/03/2022. Tutti i dettagli sono disponibili sul sito: www.psr.regione.lombardia.it.

Lo stanziamento di agosto 2021

“Ad agosto – ha aggiunto l’assessore – abbiamo stanziato 48 milioni per lo scorrimento della graduatoria precedente, offrendo la possibilità ad altre 175 aziende di fare investimenti per essere più competitive sul mercato. Con questa nuova Misura puntiamo quindi sulla semplificazione burocratica. Lo facciamo con l’accorciamento della fase istruttoria e una doppia graduatoria. Ciò per favorire gli investimenti strutturali sia in ambito zootecnico che in altri settori”.

Impresa al centro, cuore dell’economia

“Per noi l’impresa è al centro. Senza aziende – ha concluso Rolfi – non c’è economia e non c’è sostenibilità. Per questo sosteniamo gli investimenti che consentano lo sviluppo di un settore essenziale per la Lombardia. Che è la prima Regione agricola d’Italia sia per la produzione sia nell’ambito della trasformazione”.

gus

Quanto ti è piaciuto questo articolo?
5/5

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

programma sviluppo rurale filiera corta
Sostenibilità e promozione prodotti locali per vincere su mercati Regione Lombardia ha stanziato, nell'ambito del < ...
protocollo riso
Migliorare i sistemi di gestione e di distribuzione delle risorse idriche e adeguare le strategie di adattamento ai cambiamenti climatici. Oltre a diminuire gli inquinanti nelle acque e ridurre le ...
cooperative agroalimentari lombardia
Assessore Agricoltura: affrontare sfida sostenibilità con l'innovazione Sono 395 le cooperative agroalimentari attive in Lombardia, con un fatturato totale da 4,2 miliardi di euro. Le tre ...
aviaria ristori aziende
Serve provvedimento a burocrazia zero Occorre anche norma europea per introdurre vaccino La conferenza Stato-Regioni ha raggiunto un' ...
lombardia-agriregions
Incontro al meeting Agriregions di Bruxelles tra le 17 principali regioni agricole europee L'assessore regionale all'
Lombardia imprese agricole
Ripetere sblocco misura 21 Psr per aiuto a imprese agricole della Lombardia "La priorità adesso è il pronto soccorso alle imprese agricole,
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima