Impianti smaltimento rifiuti, Regione agevola metodo Valutazione ambientale

Regione agevola Valutazione impatto ambientale (Via)
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore: tra imprese e regolatori ora dialogo più semplice ed efficace

Regione Lombardia ha agevolato il metodo di Valutazione impatto ambientale (Via) sugli impianti di smaltimento e/o recupero rifiuti. La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima, ha in effetti aggiornato e informatizzato la verifica dell’assoggettabilità alla Valutazione di impatto ambientale (Via) rivolta agli impianti di smaltimento e/o recupero dei rifiuti. Ha semplificato così le attività in capo ai gestori. La delibera sostituisce quella del 10 febbraio 2010, che era stata superata dalle norme nazionali e regionali sopravvenute.

Regione agevola Valutazione ambientale: “Il nostro obiettivo – dice l’assessore regionale – è favorire un dialogo più semplice ed efficace tra imprese e regolatori. In questa direzione vanno l’efficientamento, la semplificazione e l’informatizzazione dei procedimenti di valutazione ambientale”.

Autovalutazione di progetti e criticità

Regione agevola la Valutazione ambientale: la delibera prevede inoltre la messa a disposizione di un servizio dedicato che consente già, a chi propone, una prima valutazione del progetto e delle eventuali criticità associate. Permette inoltre alle autorità competenti di usufruire di un sistema di analisi efficace ed efficiente .

Giornate di presentazione del nuovo metodo

Fare assimilare i nuovi contenuti e le procedure del nuovo metodo:  “Per centrare questi obiettivi – conclude l’assessore all’Ambiente e Clima – stiamo pensando di organizzare una o più giornate di presentazione”.

I destinatari della delibera

Regione agevola Valutazione ambientale: la delibera, oltre che ai gestori degli impianti rifiuti, è destinata alle società di consulenza, alle autorità competenti al rilascio delle autorizzazioni e ai soggetti che partecipano al procedimento. Regione stessa in primis, quindi Province, Città Metropolitana di Milano, Comuni, Agenzia regionale per la prevenzione dell’ambiente (Arpa) e Agenzie di tutela della salute (Ats).

ama

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

qualità aria misure
In conseguenza ai valori di PM10 registrati nella giornata di ieri - domenica 18 febbraio - e delle previsioni meteorologiche per i prossimi giorni, da domani, 20 febbraio 2024, si attivano le misu ...
prodotti locali
"Il primo atto di tutela ambientale è il consumo di prodotti locali. Questo consente di abbattere le emissioni che derivano dai trasporti, di ridurre il consumo energetico, imballaggi e trattament ...
Aria Milano
Qualità dell'aria a Milano, Palazzo Lombardia risponde al Comune. "La Regione Lombardia ha già un tavolo istituzionale a cui partecipano i Comuni per ...
grandate discarica abusiva
Sequestrata una discarica abusiva a Grandate. Il Comando Provinciale di Como della Guardia di finanza ha individuato e sequestrato un'area di circa 17.000 metri quadri sottoposta a ...
sostenibilità regione lombardia
Sostenibilità è una delle parole chiave che caratterizzano la nuova legislatura della Regione Lombardia. ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima