Lombardia, rigenerazione urbana fondamentale per recupero aree dismesse

Rigenerazione urbana Lombardia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Fontana e Foroni: con ‘Piano Lombardia’ importante incremento del Pil

La rigenerazione urbana in Lombardia, da opportunità a realtà. È il tema del convegno che si è svolto all’auditorium Testori di Palazzo Lombardia alla presenza del presidente della Regione Attilio Fontana. Con lui l’assessore regionale al Territorio Pietro Foroni, e il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi. Organizzato in collaborazione con il Collegio degli Ingegneri e Architetti di Milano è stato presieduto dall’ingegner Gianni Verga. L’obiettivo, fare il punto  sull’attuazione della ‘Legge regionale 18/2019‘ che disciplina la materia.

Piano Lombardia

Nel suo intervento, il governatore Fontana,  ha sottolineando l’importanza e la centralità della rigenerazione urbana nell’azione della sua Giunta.  Inoltre voluto ribadire la rilevanza del ‘Piano Lombardia‘.  L’impatto economico generato dagli investimenti autorizzati nel Piano Lombardia è infatti stimata in un range tra 0,6% e 0,8% del Pil. Ha inoltre un effetto potenziale anche  sull’aumento dell’occupazione. Prevista infatti una crescita tra le 32.400 e 35.700 unità nella fase di realizzazione delle infrastrutture e opere.

 Lombardia, rigenerazione urbana

“Quello della rigenerazione urbana – ha detto il presidente Fontana – è un tema assolutamente strategico per Regione Lombardia. Ha infatti avuto una spinta importante con l’approvazione della ‘Legge regionale 18/2019’ e rappresenta uno dei cardini strutturali dell’azione regionale. Il provvedimento ha inoltre rappresentato la chiusura del cerchio dell’azione regionale nel vasto tema della pianificazione territoriale e del governo del territorio. A tutti i livelli”.

Costruzioni e interventi edilizi

Rigenerazione urbana Lombardia“Il settore che beneficia maggiormente degli interventi del Piano Lombardia – ha continuato – è quello delle costruzioni che vede aumentare valore aggiunto e occupazione del 4,2%. Settore, come è facile intuire, strettamente legato agli interventi di rigenerazione urbana nei grandi ambiti dismessi, ma anche nella rigenerazione diffusa. É composta infatti da interventi di media e piccola entità che sono comunque fondamentali a mantenere un tessuto edilizio sano, di qualità. E, ultimo ma non ultimo, aspetto di assoluta attualità, meno energivoro”.

I bandi

“I bandi ‘Rigenerazione urbana’ (209 milioni stanziati) e ‘Borghi storici'(67,3 milioni) risultato di uno straordinario sforzo finanziario di Regione Lombardia. Hanno riscontrato infatti – ha sottolineato l’assessore Foroni – un notevole interesse da parte dei Comuni tant’è che hanno partecipato con un elevato numero di progetti. La strada dunque è ancora lunga, ma è tracciata con idee e obiettivi chiari e soprattutto nati dal confronto con le istituzioni, il territorio e il tessuto economico”.

Valorizzazione turistico-culturale

“Nell’ambito del programma del ‘Piano Lombardia’ – ha rimarcato Foroni – Regione Lombardia, nel triennio 2021-2023, ha stanziato risorse importantissime ai Comuni per realizzare interventi pubblici finalizzati a promuovere azioni di rigenerazione urbana e di valorizzazione turistico-culturale dei borghi storici. Tra gli obiettivi della legge, la riduzione del consumo di suolo, il miglioramento ambientale e paesaggistico nonché la ripresa economica del territorio”.

Partecipanti

Al convegno sono interventi inoltre Mauro Guerra presidente di Anci Lombardia, Tiziano Pavoni presidente di Ance Lombardia, Silvia Rovere, presidente di Assoimmobiliare. Presenti anche Federico Filippo Oriana presidente di Aspesi Unione immobiliare, Carlo Piccinato segretario generale di Confartigianato Lombardia  e Giovanna Mavellia, segretario generale di Confcommercio Lombardia. Intervenuti, infine, Mauro Sangalli segretario generale di Casartigiani Lombardia e Igor De Biasio, amministratore delegato di Arexpo.

Progetti realizzati

Nel convegno sono stati presentati alcuni progetti particolarmente significativi. Tra questi l’area Necchi a Pavia, la torre Zucchetti a Lodi, il recupero di un edificio storico a Lecco e la rigenerazione di un complesso immobiliare a Milano.

 

Ottimizzato per il web da:
Monica Ramaroli
0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

nuovo campus politecnico
Sottoscritto il Protocollo d'intesa per la realizzazione del nuovo Campus in area Bovisa Il presidente della Regione Lombardia,
area interna laghi bergamaschi
Frana Tavernola Bergamasca, la Regione conferma le risorse Dieci milioni di euro di cofinanziamento regionale e 42 progetti (20 di Bergamo, 19 di Brescia e 3 trasversali finanziati da
area B move in
Crisi economica e scarsa comunicazione alla base della proposta di Regione "Abbiamo chiesto al Comune di Milano, alla luce della crisi energetica e socio-economica e di una comunicazione c ...
reas fiera emergenza montichiari
Fontana e Foroni: vetrina unica per Protezione civile e Vigili del fuoco "REAS è una fiera in grado di promuovere l'internazionalizzazione del '
ministero innovazione mind
Sopralluogo governatore e incontro con vertici Arexpo e Lendelease "La Lombardia è già pronta. Non solo con buoni propositi e intenzioni, ma con la concretezza che ha sempre contraddisti ...
"Al Mondiale in Australia gli azzurri potranno contare su una squadra compatta. Sulla carta non avremo un leader, ma il ciclismo è talmente difficile che potrebbero crearsi delle opportuni ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima