Col progetto Fili la riqualificazione delle stazioni tra Milano e Malpensa

progetto Fili stazioni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Prevista anche la realizzazione di una ciclabile di 54 km

Regione Lombardia col progetto ‘Fili’ ha stanziato 210 milioni di euro per riqualificare le stazioni ferroviarie sull’asse Milano-Malpensa e realizzare una ‘superstrada ciclabile’ tra Cadorna e l’aeroporto internazionale. Si è ufficialmente aperto martedì 12 luglio, con l’inaugurazione dello stand in Piazza Gae Aulenti a Milano, il Road Show di ‘Fili‘, uno dei più grandi progetti di rigenerazione urbana ed extraurbana in Europa, fortemente sostenuto appunto da Regione Lombardia.

Il tour di presentazione nelle piazze lombarde

Il tour è stato ideato per permettere ai cittadini di conoscere più da vicino i sei interventi che cambieranno il volto dell’asse Milano-Malpensa. L’itinerario conta 16 tappe nelle principali piazze lombarde e si svolge tra il 2022 e il 2023.

Ad aprire il primo appuntamento una cerimonia inaugurale che ha visto la partecipazione del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile della Regione Lombardia Claudia Maria Terzi e del presidente di Fnm Andrea Gibelli.

Lo stand Fili è presente in Piazza Gae Aulenti dal 12 al 18 luglio 2022 (ingresso libero dalle 9 alle 19) e permette a chi lo visita di ripercorre, attraverso un racconto coinvolgente e immersivo, tutte le attività previste.

I visitatori hanno libero accesso anche alla Pedal Power. Si tratta di una bicicletta che permette di percorrere virtualmente la superstrada ciclabile che sarà realizzata tra Milano Cadorna e Malpensa. Pedalando il cittadino può contribuire al raggiungimento dell’obiettivo, aggiudicandosi virtualmente il segmento di strada percorso con il rilascio immediato di un vero e proprio attestato digitale. Diventando così un ‘Fili Ambassador’.

Riqualificazione dei centri di connessione di Ferrovienord

Fili è un imponente disegno di riqualificazione dei principali centri di connessione di Ferrovienord. Un disegno che si accompagna a interventi di ricucitura urbana con l’adozione di soluzioni all’avanguardia nel disegno architettonico e nella sostenibilità ambientale.

Cadorna, Bovisa, Saronno e Busto Arsizio

Il progetto interessa l’asse Milano-Malpensa, corridoio fondamentale per le Olimpiadi di Milano Cortina 2026, che si presenterà come una intera arteria di nuovi scenari urbani verdi, moderni e ad alta vivibilità. I luoghi toccati dall’intervento saranno le stazioni di Milano Cadorna, Milano Bovisa, Polo di Saronno e Busto Arsizio e le aree ad esse adiacenti, con un intervento che arriverà a interessare progetti per un totale di 2 milioni di metri quadrati all’interno della Lombardia.

La super pista ciclabile tra Cadorna e Malpensa

Fili comprende inoltre la piantumazione di migliaia alberi in circa 41.000 ettari attraverso 24 Comuni. Quindi la creazione di una superstrada ciclabile di 54 chilometri fra la stazione di Milano Cadorna e Malpensa. E la realizzazione di una Foresta Sintetica Pensile presso la stazione Milano Cadorna che produrrà ossigeno per la città di Milano.

Presidente Fontana: importante investimento di Regione

“‘Fili’ è un progetto – ha spiegato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana – nel quale Regione Lombardia ha investito in modo importante, con un totale di risorse assegnate, attraverso vari strumenti, pari a oltre 210 milioni di euro. Al di là delle risorse, però, da Presidente della Regione, rivendico soprattutto il grande lavoro compiuto per costruire le ‘condizioni abilitanti’ per creare gli spazi e arare il terreno sui cui questo progetto – e altri, spero, di pari visione – possano svilupparsi sul nostro territorio. Leve che spaziano da interventi che riguardano lo sviluppo sostenibile, nuovo mainstreaming di Regione Lombardia, ma anche transizione digitale. E soprattutto semplificazione. Semplifichiamo reingegnerizzando i processi, riordinando l’apparato normativo, riducendo gli oneri, soprattutto creando le condizioni perché, in logica sussidiaria, gli attori del territorio possano operare al meglio in un quadro di certezze, contribuendo alla creazione di valore pubblico”.

Assessore Terzi: vivibilità dei territori e sostenibilità

“‘Fili’ – ha dichiarato Claudia Maria Terzi assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile – è uno dei progetti bandiera di Regione Lombardia. Un grande investimento dunque non solo economico. Ma di trasformazione e innovazione del territorio. Il tutto all’insegna di un nuovo modo di concepire il rapporto uomo, città e ferrovia. ‘Fili’ è innovazione, inclusione e sostenibilità ambientale. Tre parole chiave che testimoniano l’impegno di Regione Lombardia nel ripensare al futuro di Milano, alle quattro stazioni coinvolte nel progetto e alla nuova pista ciclabile di 54 km. Grazie a ‘Fili’, quindi, Regione Lombardia, Fnm, Ferrovienord e Trenord sono pronte a ridisegnare il futuro della città nel nome della rigenerazione sostenibile. Arricchendo l’area urbana di Milano di un nuovo polmone verde che la renderà sempre più bella e internazionale”.

Gibelli Fnm: progetto tra i più rilevanti a livello europeo

“Il progetto ‘Fili’ è una nuova modalità di connessione tra il territorio, le realtà sociali, le stazioni e la mobilità – sottolinea il presidente di Fnm Andrea Gibelli -. È uno dei progetti più importanti a livello europeo. Coinvolge Milano, il suo hinterland, la provincia di Varese fino all’aeroporto di Malpensa. La rigenerazione urbana oggi è uno dei temi principali per interpretare la mobilità. E con questa proposta, riteniamo che la nostra regione, la Lombardia, possa cambiare vestito. Ed essere al passo con le grandi realtà europee, metropolitane e non, in termini di sostenibilità e decarbonizzazione“.

I numeri di ‘Fili’

  • 188.300 mq area delle stazioni interessata pari a 722 campi da tennis.
  • 2 milioni mq – superficie totale del progetto, pari 1600 piscine olimpioniche.
  • 54 km – lunghezza della superstrada ciclabile Milano Cadorna – Malpensa.
  • 72.000 mq – superficie della Foresta Sintetica Pensile, pari a 6 volte il Duomo di Milano.
  • 41.000 ettari piantumati nei Comuni coinvolti, pari a una dimensione maggiore del Lago di Garda.
  • 4 centri di connessione lungo l’asse Milano-Malpensa, corridoio fondamentale per le Olimpiadi di Milano Cortina 2026.

doz

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Comunità montane 35 milioni
Regione Lombardia finanzierà le Comunità Montane con un importo complessivo di 35 milioni euro. A stabilirlo è una delibera proposta dell'assessore ...
piscine caro bollette
Da Regione Lombardia 24 milioni di euro ai comuni lombardi per l'efficientamento energetico degli impianti sportivi natatori e del ghiaccio. La misura rientra in uno specifico band ...
Ogni giorno è questo giorno
"Ogni giorno è questo giorno. Denunciate e non abbiate paura, noi siamo e saremo sempre al vostro fianco". Così il presidente della Regione Lombardia ...
progetto da grande milano
'Da Grande, Milano' è un progetto frutto di una sinergia virtuosa tra enti pubblici, associazioni, realtà sportive e culturali, oltre che sanitarie. Si tratta infatti di un progetto volto a mobil ...
Donne Violenza
Sei appartamenti a Milano e cinque a Rozzano a disposizione delle donne che hanno subìto violenza. Sono 26 le donne supportate, 13 delle quali hanno usufruito della consulenza legale e 8 hanno gi ...
montagna bando itinerari
Regione Lombardia ha ampliato la dotazione finanziaria attuale del bando 'Itinerari' ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima