Sanità, forte collaborazione con medici medicina generale e infermieri

pediatri famiglia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Collaborazione tra medici di Medicina generale e infermieri: interviene, con una Nota,  la Direzione generale Welfare della Regione Lombardia.

“È utile pensare  – si legge nella Nota – a forme di organizzazione innovative che utilizzino personale infermieristico. Quest’ultimo non è certo in sostituzione dell’attività e del ruolo del medico di famiglia ma a supporto e sotto la sua responsabilità. L’obiettivo è infatti collaborare e prendere in carico un numero maggiore di assistiti rispetto a quanto è possibile fare ora”.

Il riferimento è alla grave carenza di medici di Medicina generale. In alcuni ambiti della nostra Regione questa situazione impedisce infatti l’assegnazione al cittadino del proprio medico di famiglia. La Direzione generale Welfare nella Nota ribadisce inoltre “la straordinarietà e temporaneità della situazione”.

“È quindi un sostegno organizzativo  – prosegue la Nota – non  professionale”.

Collaborazione medici e infermieri

“Le figure professionali mediche e infermieristiche – sottolinea la Nota – hanno infatti competenze diverse, non sovrapponibili né interscambiabili, ma sicuramente sinergiche e complementari”.

La Direzione generale Welfare spinge infatti per una integrazione tra diverse figure professionali, nel rispetto di competenze e ruoli, che assistano la persona nei suoi bisogni.

“Un modello organizzativo – è scritto ancora nella Nota – che si concretizza nelle Case di comunità“.

Cure primarie

“È già insediato – si ricorda nella Nota – il Gruppo di lavoro con medici di Medicina generale, pediatri di libera scelta e infermieri.  Voluto dalla vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia ha l’obiettivo di affrontare le tematiche delle cure primarie e dei modelli assistenziali territoriali”.

Risposte adeguate ai cittadini

“La Direzione generale Welfare ribadisce la volontà di una sempre più stretta collaborazione con medici di Medicina generale e Professioni infermieristiche, promuovendo forme di integrazione. Invita inoltre a evitare strumentalizzazioni e false interpretazioni. Queste infatti – conclude la Nota – poco aiutano sia alla risoluzione dei problemi sia a fornire risposte adeguate alle reali esigenze dei cittadini”.

Ottimizzato per il web da:
Monica Ramaroli

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

vaccini lombardia
Dal 12 novembre al 4 dicembre in Lombardia sono stati effettuati 779.650 vaccini. Tra questi 221.758 (28%) sono anti-Covid, 529.933 (68%) antinfluenzale e 27.959 (4%) anti-pneumococco. Bert ...
milano nuovo policlinico
"Il nuovo Ospedale Policlinico è un'opera moderna, all'avanguardia e fondamentale per Milano e per i milanesi, che verrà realizzata anche grazie all'importante contributo economico di 30 milioni ...
aids giornata mondiale lombardia
“Giornate come questa sono fondamentali per mantenere alta l’attenzione su un’emergenza di salute globale sulla quale l’informazione, la prevenzione e lo < ...
Inaugurazione ospedale Comunità San Giovanni Bianco
Inaugurato l'Ospedale di Comunità di San Giovanni Bianco, il primo in provincia di Bergamo. I primi dieci posti letto entreranno in funzione dal 12 dicembre. Ulteriori 10 posti letto verran ...
Casa Comunità Olgiate Comasco
È stata inaugurata nella sede di piazza Italia la Casa di Comunità di Olgiate Comasco (CO). Presenti
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima