Selvino. Magoni e Galli in visita a Museo di Sciesopoli: simbolo rinascita

sciesopoli selvino
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Luogo da valorizzare da un punto di vista culturale e turistico

Gli assessori di Regione Lombardia al Turismo, Marketing territoriale e Moda, Lara Magoni, e all’Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli, hanno visitato, mercoledì 9 febbraio, il Mu.Me.SE, Museo Memoriale di Sciesopoli Ebraica – Casa dei bambini di Selvino.

La visita con le autorità locali

sciesopoli selvino

Accompagnati dalle autorità locali, tra cui il sindaco Diego Bertocchi, Lara Magoni, selvinese doc, e Stefano Bruno Galli hanno potuto rivivere, grazie a immagini, reperti e documenti storici, un periodo storico di grande sofferenza, ma anche contrassegnato dalla rinascita della speranza.

La colonia dei sopravvissuti alla Shoah

Tra il 1945 e il 1948 a Selvino, nella colonia chiamata ‘Sciesopoli’, furono accolti 800 bambini e ragazzi ebrei, sopravvissuti alla Shoah. Qui sono tornati alla vita dopo essersi salvati dalle violenze della guerra, ormai senza più famiglie né abitazioni cui tornare. A Selvino hanno avuto la possibilità di ricostruire il loro futuro.

Magoni: Sciesopoli a Selvino significa rinascita

“Sciesopoli – ha detto Lara Magoni – per chi è selvinese come me significa rinascita. Ricordo che quando ero bambina, insieme ai miei coetanei, giocavo spesso proprio davanti alla colonia e tutti avevamo colto, sentendo i racconti dei nostri parenti, quella grande voglia di vivere di quei bambini, sopravvissuti all’orrore. Un messaggio di speranza che deve essere perpetuato nel tempo. Il futuro appartiene ai nostri figli e i bambini ebrei che proprio a Selvino hanno trovato la salvezza simboleggiano l’impegno comune, condiviso tra istituzioni e società civile, a costruire un futuro senza più discriminazioni. Più giusto e solidale”.

Galli: una realtà museale molto importante

sciesopoli selvino

“Il Museo Memoriale di Sciesopoli Ebraica – Casa dei bambini di Selvino – ha dichiarato l’assessore Stefano Bruno Galli – è una realtà museale importante non solo per la comunità selvinese, ma per la storia di tutta la Lombardia, che è una storia di ospitalità, di altruismo e di solidarietà. Sciesopoli, che accoglieva i bambini orfani sopravvissuti ai campi di sterminio, ricorda e racconta, infatti, attraverso documenti molto suggestivi, una pagina drammatica della civiltà occidentale. Una pagina legata all’eredità dell’Olocausto e della Shoah. Il Memoriale nel suo complesso è un monumento davvero imponente. Ed è una realtà che, una volta risolto il problema della proprietà immobiliare, meriterebbe un adeguato e articolato progetto di valorizzazione culturale”.

gus

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

2026 olimpiadi invernali
"Le opere pubbliche che riguardano direttamente la Lombardia sono in corso e non ci sono mai stati problemi. Proseguiamo spediti nel nostro lavoro verso un obiettivo che rafforzerà l'economia e l' ...
Terremoto Turchia
Il presidente della Regione Lombardia esprime 'vicinanza e solidarietà' alle popolazioni della Turchia coinvolte nel gravissimo terremoto. Interi pala ...
aggressione giornalista carcere opera
Gesto grave e inqualificabile, ulteriore alert per situazione preoccupante "Un gesto grave, preoccupante e inqualificabile". Così il
progetti emblematici bergamo
Sono sei i Progetti Emblematici 2022 selezionati da Fondazione Cariplo e Regione Lombardia per la provincia di Bergamo, iniziative di altissimo valore sociale a cui sono destinati ...
Giorno Memoria varese
Il presidente della Regione Lombardia prendendo parte a Varese, a Palazzo Estense ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima