sentiero viandante

Sertori: occasione per riscoprire il nostro territorio

Sono partiti i lavori di collegamento del Sentiero del Viandante da Lecco ad Abbadia Lariana che hanno coinvolto, con la sottoscrizione di un apposito Protocollo, il Comune di Lecco, il Comune di Abbadia Lariana e Ersaf (Ente regionale servizi all’agricoltura e alle foreste).

Cammino percorribile in continuità

Grazie a questo intervento il cammino internazionale ‘Le Vie del Viandante’ sarà percorribile in continuità, entro la fine del 2020, dal San Bernardino, in Svizzera, fino a Milano e viceversa. Si tratta di uno degli interventi più attesi e significativi del Progetto Interreg ‘Le vie del Viandante 2.0’.

sentiero viandante

Il progetto Interreg

Interreg Italia Svizzera 2014-2020 è un programma di cooperazione transfrontaliera e riguarda un’area che comprende quattro regioni italiane. Ovvero Regione Autonoma Valle d’Aosta, Provincia autonoma di Bolzano, Regione Lombardia (Province di Como, Lecco, Sondrio e Varese), Regione Piemonte (Province di Novara, Vercelli, Biella e Verbano-Cusio-Ossola). Nonchè i tre Cantoni svizzeri Ticino, Grigioni e Vallese.

I costi

L’importo complessivo dell’intervento di sistemazione dell’esistente Sentiero del Viandante (tratto Lecco-Abbadia Lariana) è di 485.000 euro. Di cui 360.000 finanziati dal Programma di cooperazione ‘Interreg Italia-Svizzera 2014-2020’.

La tipologia degli interventi

I lavori sono suddivisi in 2 Lotti. Il Lotto 1, verrà realizzato con i fondi Interreg, integrati con risorse economiche del Comune di Lecco e del Comune di Abbadia Lariana. Prevede interventi di difesa del suolo e di carpenteria metallica.

Il Lotto 2 verrà realizzato con il contributo di Ersaf. Include interventi di manutenzione, riqualificazione ambientale e paesaggistica. Prevede anche la sistemazione idraulico-forestale finalizzati all’implementazione di sistemi territoriali di reti ecologiche che abbiano la duplice funzione di potenziamento della mobilità lenta e corridoi naturali per la fauna e la flora della biodiversità, la realizzazione di iniziative di divulgazione e promozione attraverso il coinvolgimento del territorio.

Il percorso internazionale

Si tratta di un reticolo di sentieri storici che collegano il San Bernardino a Milano, attraverso la Valle Mesolcina, la Valchiavenna, il Lago di Como e il fiume Adda. È composto da circa 220 km di cultura, paesaggio mozzafiato, proposte sportive e benessere. Si tratta di un percorso legato ai commerci fra il Nord e il Sud Europa e viceversa. Parliamo di vie di comunicazione tracciate da viandanti, commercianti e contrabbandieri. Nonchè eserciti. Che nei secoli hanno permesso a uomini e merci di circolare nonostante i confini geografici e politici.

sentiero viandante

Nel dettaglio il cammino è composto da: Via San Bernardino, Via Francisca, Via Spluga, Via dei Monti Lariani, Sentiero del Viandante, strada Regia e dal sentiero di Leonardo. Ovvero, da nord a sud, o da sud a nord i ‘viandanti’ contemporanei potranno viaggiare a passo d’uomo e in sicurezza. Attraverso il filo conduttore delle vie d’altri tempi.

Cammini perfetti per distanziamento e turismo di prossimità

“Regione Lombardia – spiega l’assessore regionale a Enti locali, Montagna, Piccoli Comuni e Rapporti con la Svizzera Massimo Sertori – ha creduto in questo intervento strategico per il territorio e ha autorizzato a contribuire con la realizzazione di alcuni lavori”.

“In tempi di valorizzazione dei cammini e di turismo di prossimità, lento e sostenibile – ha continuato – il completamento di questo affascinante itinerario, rappresenterà un’opportunità per l’innovazione nel settore turistico e della ricettività locale. Sarà anche l’occasione di riscoprire il nostro territorio che, tra cultura e paesaggi suggestivi, riserva sempre sorprese”.

Rossi: si valorizzerà l’appeal turistico, anche tra gli sportivi

In merito al via ai lavori di sistemazione dello storico ‘Sentiero del Viandante’, Antonio Rossi, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega ai Grandi eventi sportivi, ha evidenziato le prospettive positive che questa decisione offre per il turismo locale, anche per quello di tipo sportivo.

“Sicuramente – ha detto Rossi, il coordinatore del Tavolo territoriale regionale di Lecco – è tra i più bei tracciati verdi d’Europa. È un sentiero affascinante che ho percorso più volte. Una volta sistemato e collegato al cammino internazionale sarà di richiamo per molti appassionati, soprattutto per gli amanti del trekking”.

Ciclabile da Pradello ad Abbadia Lariana

“Contribuirà – ha proseguito Rossi – ad ampliare e valorizzare l’offerta turistica dell’area. Offre, infatti, una vista mozzafiato del lago e si snoda in parallelo alla ciclabile che collega Pradello ad Abbadia Lariana”.

Opera tra infrastrutture per Milano-Cortina 2026

“Un’opera infrastrutturale, quest’ultima – ha concluso – che l’assessore Claudia Maria Terzi ha inserito nella lista da consegnare al ministro De Micheli tra quelle da realizzare per Milano-Cortina 2026“.

str/dbc