coronavirus sostegno nidi privati

L’assessore: subito un fondo per sostenere le strutture

sostegno nidi privati

Sostegno ai nidi privati in difficoltà a causa del coronavirus. L’assessore regionale alla Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità, Silvia Piani, è intervenuta per rispondere alla richiesta inviata, con una lettera, dall’assessore all’Educazione e Istruzione del Comune di Milano, Laura Galimberti, in cui si chiede a Regione Lombardia il sostegno ai nidi privati rendendo disponibili le risorse della misura ‘Nidi gratis‘ per finanziare un fondo ad hoc da destinare agli asili nido privati in difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus.

Risorse del Fondo Sociale Europeo

“Si tratta di risorse legate al Fondo Sociale Europeo (FSE) – ha spiegato l’assessore regionale – destinate alle famiglie che non possono essere dirottate su misure diverse. Si confondono strumenti di supporto alla conciliazione con misure di sostegno alle imprese”.

Offerta dei gestori privati

“Non ci sfugge – ha fatto sapere Piani – che l’offerta dei gestori privati rappresenti una parte cospicua dei posti necessari alla cura dei più piccoli e che quindi la sopravvivenza dei nidi sia fondamentale per il nostro territorio e per le famiglie lombarde”.

Interlocuzioni con il Governo

“Per questo – ha aggiunto l’assessore – sono in corso interlocuzioni delle Regioni con il Governo affinché venga dedicato un capitolo degli aiuti all’emergenza proprio a queste strutture, che costituiscono dei presìdi fondamentali. Sia all’interno del tessuto sociale ed economico lombardo, sia per il prezioso supporto al welfare familiare nelle nostre comunità”.

Ritorno alle quote fisse

“La proposta – ha concluso Piani – potrebbe essere quella di favorire il ristorno delle quote fisse di gestione che rischiano altrimenti, di far chiudere il 40% degli asili nido privati, come recentemente denunciato da Assonidi”.

str