Coronavirus, anche a Linate tamponi per chi arriva dai Paesi ‘a rischio’

tamponi linate
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Dopo l’avvio a Malpensa, da venerdì 21 agosto i tamponi sono disponibili anche presso l’aeroporto di Milano Linate.

“Il sistema di controllo e di screening che abbiamo messo a punto per i cittadini in arrivo o che rientrano da Spagna, Grecia, Croazia e Malta – ha spiegato l’assessore al Welfare della Regione Lombardia – permette di raggiungere la totalità dei viaggiatori, la maggior parte dei quali attraverso le segnalazioni alla rete territoriale delle Ats. Segnalazioni che vengono tempestivamente processate in gran parte della Regione. Anche nell’area di riferimento dell’Ats Città Metropolitana di Milano, sottoposta a una forte pressione con migliaia di richieste di prenotazione in pochi giorni, la situazione sta gradualmente migliorando. E si stanno riducendo sensibilmente le attese”.

Più punti per ridurre le attese

tamponi linate

“Un valido supporto in questa direzione – sottolinea – arriva dai punti prelievi allestiti a Malpensa, da venerdì 21 agosto a Linate e, da sabato 22 agosto, alla Fiera di Bergamo per i passeggeri in arrivo a Orio al Serio”.

Presentazione del servizio

testing area

Il servizio, approntato in prossimità del ritiro bagagli, è stato presentato dal direttore generale dell’Ats della Città metropolitana di Milano, Walter Bergamaschi, affiancato dall’amministratore delegato del gruppo San Donato responsabile del servizio di tracciamento, Francesco Galli, dal vicedirettore sanitario Aurelia D’Acquisto, e da Barbara Bucci dell’Usmaf (Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera).

L’obiettivo

tamponi linate

“Puntiamo a eseguire dai 400 agli 800 tamponi giornalieri – ha spiegato Bergamaschi – in rapporto alle persone presenti sui voli in arrivo. Nonostante la carenza di spazi in aeroporto, abbiamo allestito una stazione di prelievo che consentirà ai passeggeri di sottoporsi al test senza prenotazione. In una settimana sono state ben 20.000 le persone residenti nel nostro territorio (1/3 della Lombardia come numero di abitanti) che si sono registrate sul sito dell’Ats di Milano. Per cui è stato necessario implementare le postazioni già attive. In circa 24 ore siamo riusciti a mettere in piedi questo servizio fondamentale – anche grazie al personale del gruppo San Donato, che ha triplicato gli slot disponibili all’interno di ospedali e ambulatori”.

Prenotazione telefonica e modalità ‘drive-through’

tamponi linate

“Ci siamo impegnati per creare le migliori condizioni possibili – ha aggiunto Galli – in favore di chi intende sottoporsi ai test. È attivo anche il numero di telefono 02.87370510 per prenotare il tampone presso il Policlinico San Donato, attraverso un passaggio in automobile in modalità ‘drive-through’. Siamo molto soddisfatti perché organizzare tutto in 3 giorni non è stato semplice”.

Il livello operativo

tamponi linate

“A livello operativo – ha affermato Aurelia D’Acquisto, vicedirettore sanitario del Policlinico San Donato – in 24 ore abbiamo individuato lo staff amministrativo e quello sanitario necessario allo svolgimento delle operazioni. Organizzando una turnazione che coprirà tutto il mese. Inoltre, insieme al personale aeroportuale, abbiamo anche pensato a situazioni straordinarie. Come ai casi di emergenza o di arrivi non programmati”.

Registrarsi per effettuare il tampone

“Abbiamo lavorato – ha proseguito Barbara Bucci – in un clima di grande collaborazione, per cui voglio ringraziare tutti i presenti. Mi preme solo sensibilizzare i viaggiatori sull’importanza di registrarsi. E di effettuare i tamponi anche se asintomatici. Con grande senso di responsabilità”.

Le modalità

aeroporto

All’arrivo i passeggeri potranno recarsi direttamente presso la stazione prelievi. L’esito del test sarà trasmesso alle Ats e agli Uffici di prevenzione delle malattie infettive. I referti saranno inseriti all’interno del fascicolo sanitario elettronico consultabile anche dal medico di medicina generale. Le strutture sanitaria poi possono scegliere anche di comunicare direttamente l’esito del test.
Resta, inoltre, obbligatorio, per i cittadini italiani, segnalare il proprio arrivo in Italia all’Ats di appartenenza.

dvd/med

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

bellinzago lombardo
Sopralluogo del presidente della Regione Lombardia e degli assessori alla Protezione civile e al Territorio a Bellinzago lombardo e Gessate, due dei comuni più colpiti dal ...
autismo impegno inclusione
Autismo, impegno e inclusione, prende il via IN&AUT. "Oggi ospitiamo qualcosa di eccezionale, un momento di grande impegno e determinazione per realizzare, sempre di più e sempre meglio, l'inc ...
lombardia giovani smart
Apre il 16 maggio 2024  'La Lombardia è dei Giovani 2024' e 'Giovani Smart', i due bandi messi in campo da Regione Lomb ...
impianti di risalita
Sono 3,18 i milioni messi a disposizione dalla Giunta della Regione Lombardia per gli impianti di risalita e le
Lombardia forti precipitazioni
"Dalla serata del 14 maggio, il settore occidentale della Lombardia è interessato da precipitazioni moderate, localmente forti, anche a carattere di rovescio e temporale. Attualmente il
Lombardi nel mondo legge
Lombardi nel mondo, una legge per supportare chi è già all'estero e coloro che intendono fare ritorno in Lombardia. Riconoscendo il valore delle loro esperienze e promuovendo la circolazione dei ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima