Milano, case popolari. Sgomberi e allontanamento abusivi al Gratosoglio

12 Giugno 2020
Damiano Bolognini Cobianchi
Case Aler di Gratosoglio sgomberi e allontanamenti abusivi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

L'assessore Bolognini rivendica la 'tolleranza zero'. A seguito dell'operazione una persona è stata portata in Questura

Bolognini: tolleranza zero, allontanati tre abusivi, uno in Questura

Gli ispettori di Aler Milano hanno proceduto questa mattina a controlli e sgomberi nel quartiere milanese di case popolari del Gratosoglio, in via Saponaro, con il supporto delle Forze di dell’Ordine. “Si è provveduto a liberare due cantine detenute abusivamente. La Polizia ha allontanato tre occupanti extracomunitari. Uno di questi è stato portato in questura per accertamenti”, ha chiarito in proposito Stefano Bolognini, assessore regionale alle Politiche abitative, sociali e Disabilità, a margine del sopralluogo effettuato durante le operazioni di ripristino della legalità.

Prosegue con successo l’opera di contrasto all’illegalità

“Continua l’opera di contrasto all’illegalità per la quale ringrazio le Forze dell’Ordine e gli ispettori della sicurezza di Aler che Case Aler di Gratosoglio sgomberi e allontanamenti abusivicollaborano quotidianamente – ha sottolineato l’assessore – per permettere agli inquilini di vivere in sicurezza e tranquillità. Aler si è attivata con misure utili a scongiurare nuove effrazioni. La prossima settimana procederà allo sgombero delle masserizie nelle cantine occupate e all’igienizzazione dei locali”.

Case Aler di Gratosoglio diventeranno un esempio di riqualificazione

“Per il quartiere Gratosoglio – ha ricordato Bolognini – ci sono alcuni progetti di riqualificazione ‘in divenire’. Il più importante di questi, sia a livello edilizio sia sociale, è l’intervento alle cosiddette ‘Torri Bianche’ e alla ‘Piazza senza nome’. Il cantiere riaprirà a breve, dopo le limitazioni dovute all’emergenza. Sono convinto – ha poi concluso – che la strada della legalità e della rigenerazione dei quartieri popolari sia quella giusta. Confermiamo, una volta di più, il nostro impegno nello sgombero degli abusivi e la tolleranza zero verso situazioni di illegalità”.

dbc

 

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Case Aler donne vittime violenza
Sono 64 i primi alloggi che saranno messi a disposizione delle donne vittime di violenza in Lombardia, sulla base del progetto sperimentale promosso dalla
Case popolari illegalità
“Regione Lombardia è dalla parte della legalità e delle persone che rispettano le regole. E non dalla parte di chi, come un europarlamentare appena eletto, fa apologia di illeg ...
Mantova
Prosegue l’impegno di Regione Lombardia per migliorare la qualità dell’abitare in provincia di Mantova. Mercoledì 19 giugno l’assessore
fondi famiglie alloggi popolari
Regione Lombardia stanzia 23,8 milioni di euro per aiutare le famiglie indigenti o in comprovata difficoltà economica che vivono nelle case popolari. Si tratta di un contributo di solidarietà des ...
musica classica periferie
Tappa a Milano domani, sabato 15 giugno, per 'Luoghi Insoliti, Spettacoli Straordinari: Quartieri in Concerto', la rassegna con cui
case popolari legalità
“Regione Lombardia sta attuando un piano senza precedenti, da 1,5 miliardi di euro, per l’edilizia residenziale pubblica e gli alloggi a canone agevolato. Il programma, denominato ‘Mi ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima