Buzzi Bambini in ospedale al tempo del Covid

Gli assessori Bolognini e Locatelli: ‘I bambini in ospedale al tempo del Covid’ esempio eccezionale

Con l’evento ‘I bambini in ospedale al tempo del Covid’ è stato presentato all’Ospedale Buzzi di Milano il progetto di accoglienza OBM Home. Si tratta di un’iniziativa organizzata dall’associazione OBM Onlus, che dal 2009 si occupa di aiutare gratuitamente le famiglie che si rivolgono alla struttura meneghina. Hanno partecipato alla presentazione l’assessore regionale a Sviluppo Città metropolitana, Giovani e Comunicazione Stefano Bolognini e l’assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità, Alessandra Locatelli.

Da 10 anni un sostegno per tante famiglie

“Per me è sempre emozionante – ha detto l’assessore Bolognini – partecipare alle iniziative di OBM onlus. Buzzi Bambini in ospedale al tempo del Covid, l'assessore BologniniUn’associazione che compie un lavoro straordinario nel rendere più belle e colorate le giornate dei bambini all’interno dell’ospedale Buzzi di Milano. E, con il progetto OBM Home, da oltre dieci anni offre accoglienza gratuita anche ai genitori. Per consentire loro di stare vicini ai propri figli durante le terapie.

Con la pandemia impegno aumentato

“Con la pandemia – ha sottolineato Bolognini – sono cambiati molti paradigmi. Le famiglie hanno dovuto affrontare periodi di permanenza a Milano più lunghi. OBM Onlus è riuscita non solo a garantire il suo supporto, ma addirittura ad aumentarlo. Ciò è davvero straordinario. E per questo mi sento di ringraziare l’associazione e i suoi volontari, che tutti i giorni offrono vicinanza ed aiuto a famiglie che ne hanno bisogno”.

Oltre ai bambini un sostegno in ospedale anche a tante partorienti

“Lo straordinario lavoro che da anni OBM Onlus svolge all’interno dell’Ospedale dei Bambini Buzzi di Milano – ha aggiunto l’assessore Locatelli – si è rivelato essere ancora più prezioso durante questo ultimo anno. Buzzi Bambini in ospedale al tempo del Covid, l'assessore LocatelliL’associazione, infatti, oltre a portare avanti l’attività ordinaria per sostenere i bambini ricoverati insieme alle loro famiglie e favorire lo sviluppo tecnologico della struttura, durante l’emergenza Covid ha fatto moltissimo per trattare le partorienti e i piccoli pazienti in assoluta sicurezza. Con strumentazione idonea e in aree dedicate”.

Un orgoglio per la Lombardia

“Per Regione Lombardia – ha concluso l’assessore Locatelli – avere sul territorio strutture come questa è motivo di orgoglio. OBM onlus è una delle tante preziose realtà che operano sul territorio lombardo. Svolgendo un servizio importantissimo per i bambini e per le mamme e i papà. Non facendoli mai sentire soli”.

dbc

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 5 / 5. Voti: 4

1