Case popolari ed energie rinnovabili, Regione protagonista nello sviluppo

case energie rinnovabili
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

“Qualità dell’abitare, fonti rinnovabili, comunità energetiche, risparmio per le famiglie, riqualificazione dei palazzi pubblici, case ed energie rinnovbaili. Sono alcuni dei temi toccati dall’assessore regionale alla Casa e Housing sociale, Paolo Franco, mercoledì 21 giugno, nel suo intervento al XV Workshop annuale OIR organizzato da AGICI: ‘Sviluppo delle rinnovabili e creazione di valore per territori e cittadini: le imprese italiane in azione!’.

Assessore Franco: sfida del nostro tempo

Si tratta, ha sottolineato, “di una delle grandi sfide del nostro tempo”, che Regione Lombardia per quanto riguarda la riqualificazione del suo patrimonio di edilizia residenziale pubblica, sta affrontando non solo nell’ottica “del risparmio”, ma in quella di un vero e proprio “cambio di vita” per chi abita nelle case popolari.

Nuovi impianti

franco intervento (2)

Giusto circa un anno fa, Palazzo Lombardia ha stanziato 4,5 milioni di euro ripartiti sulle cinque Aler regionali.

“A Milano e provincia – ha informato l’assessore – ci sono già circa 90 fabbricati sui quali sono in corso di realizzazione e in progetto impianti fotovoltaici. Impianti che riguardano le coperture a servizio delle parti comuni e delle utenze. E, oltre al capoluogo, possiamo ricordare l’avvio di progetti di questo tipo anche ad Arese, Rho, Legnano, Senago, Parabiago, Rozzano, San Giuliano e altri comuni.

I vantaggi

La realizzazione di impianti fotovoltaici, ha ricordato Franco, “permette una serie di vantaggi sia ambientali che economici. Tra questi: bollette più leggere, valorizzazione dell’energia immessa in rete, riduzione di inquinanti nell’aria”.

I dati

Molto interessanti i dati forniti dall’esponente della Giunta Fontana. “Ad esempio, sul fabbricato di via Nazario Sauro 120 è stato condotto uno studio per capire in che modo l’impianto di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili potesse soddisfare una quota del fabbisogno di energia elettrica.  Dall’analisi delle curve di consumo, ne è risultato un risparmio del 38% in regime di autoconsumo. E un risparmio pari a 26% di energia non utilizzata direttamente ma condivisa, per cui messa in rete e valorizzata.  In termini economici, dalla simulazione si potrà registrare un risparmio pari a circa 4.000 euro/annui.

Comunità energetiche

Il sistema delle Aler vuole giocare da protagonista anche nello sviluppo delle comunità energetiche. Nell’ambito dell’iniziativa ‘PINQuA’ (Programma Innovativo Nazionale sulla Qualità dell’Abitare) attuata da Aler Milano e denominata ‘Gratosoglio 2.0 – Strategie sostenibili per un grande quartiere pubblico’, ha proseguito l’assessore, “si prevede di promuovere la riqualificazione e l’efficientamento energetico degli edifici, attraverso anche l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili”. “Gli edifici su cui verranno installati gli impianti fotovoltaici – ha continuato – sono 10: fotovoltaico su balconi (a servizio dei fabbisogni energetici dei singoli alloggi), fotovoltaico su copertura (a supporto dei consumi condominiali). Il risparmio di complessivo annuo per gli inquilini relativamente alle utenze sarà pari a 20.000 euro e per i servizi comuni di 15.000 euro”.

Futuro presente

Il futuro su questo tema, ha proseguito l’assessore alla Casa e Housing sociale, “è già attuale, perché Aler ha intenzione di proseguire su questa strada”. “Infatti – ha sottolineato – Aler ha aderito a una manifestazione di interesse promossa dal Comune di San Giuliano. Lo ha fatto dichiarando di voler partecipare alla costituzione di una Comunità Energetica. E se il grosso blocco degli edifici di proprietà di Aler Milano si muove in tal senso, anche le stesse aziende delle altre province lombarde seguiranno la scia del capoluogo”.

Prospettive interessanti per case ed energie rinnovabili

Le strade che si aprono a questo punto, ha concluso Franco, “sono infinite, sia per le case popolari, sia per l’housing sociale che, più in generale, per tutta l’edilizia pubblica. Possiamo dire che abbiamo davanti sicuramente tanto lavoro da fare, ma anche tanti spazi di avanzamento e tante prospettive e medio e lungo raggio”.

Ottimizzato per il web da:
Paolo Guido Bassi

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Mantova
Prosegue l’impegno di Regione Lombardia per migliorare la qualità dell’abitare in provincia di Mantova. Mercoledì 19 giugno l’assessore
fondi famiglie alloggi popolari
Regione Lombardia stanzia 23,8 milioni di euro per aiutare le famiglie indigenti o in comprovata difficoltà economica che vivono nelle case popolari. Si tratta di un contributo di solidarietà des ...
musica classica periferie
Tappa a Milano domani, sabato 15 giugno, per 'Luoghi Insoliti, Spettacoli Straordinari: Quartieri in Concerto', la rassegna con cui
case popolari legalità
“Regione Lombardia sta attuando un piano senza precedenti, da 1,5 miliardi di euro, per l’edilizia residenziale pubblica e gli alloggi a canone agevolato. Il programma, denominato ‘Mi ...
musica classica Aler
Regione Lombardia porta la grande musica classica nelle periferie, attraverso una rassegna di concerti in programma a giugno ...
Aler via Gola Milano
"Regione Lombardia è pronta a mettere in campo tra i 15 e i 20 milioni di euro per riqualificare l'area Aler di via Gola a Milano, ma è necessario che tutti facciano la propria p ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima