Lombardia Notizie / Presidenza

Ciclismo, Fontana: via a intesa con Federazione e Lega Professionisti

ciclismo intesa

Regione Lombardia, Federazione Ciclistica Italiana e Lega Professionisti hanno sottoscritto un protocollo di intesa per la promozione sportiva del ciclismo sul territorio lombardo in vista dell’appuntamento di Milano-Cortina 2026. Alla sottoscrizione dell’accordo sono intervenuti il presidente della Giunta regionale, Attilio Fontana, il sottosegretario alla Presidenza con delega a Sport e Giovani, Lara Magoni, insieme al presidente di Fci, Cordiano Dagnoni, e Cesare Di Cintio, commissario della Lega Pro Ciclismo.

Fontana: intesa Regione-Federazione-Lega Pro permette di continuare a investire

“La Lombardia sta investendo tanto sugli eventi sportivi – ha ricordato il presidente Fontana – per promuovere il territorio, l’attività e i valori dello sport, fondamentali per lo sviluppo armonico della persona. Il ciclismo nella nostra regione ha trovato grandissimo sviluppo e ha sempre continuato ad avere grandi personaggi e appuntamenti importanti. Con questa intesa continueremo a investire per essere vicini a tutti i grandi eventi. Dal Trittico al Giro di Lombardia, ci saremo sempre perché riteniamo faccia bene a tutti e alla nostra regione”.

“È il frutto di un lavoro di squadra, che ci unisce – ha sottolineato Magoni – perché il ciclismo emoziona e toglie il fiato. Chi come me ha vestito la maglia azzurra conosce le sensazioni e l’orgoglio che questo sport restituisce. Un mondo, quello delle due ruote, forte, di cui la Lombardia è orgogliosa: ora diamo voce a chi lo pratica. L’intesa è fondamentale per noi, siamo pionieri di un’azione tecnica, operativa e sportiva non indifferente in vista dell’appuntamento olimpico di Milano Cortina 2026. Grandi eventi sì ma valori dello sport, del fair play, dei valori olimpici di cui il ciclismo è sicuramente ‘ambassador‘. Le società sportive lombarde esprimono la grande passione che i diversi territori lombardi testimoniano nell’organizzazione dell’attività di base e degli eventi agonistici”.

Dagnoni, Federazione Ciclistica: benefici accordo arrivino ad attività di base

“Un progetto subito condiviso – ha detto Cordiano Dagnoni, presidente della Federazione Ciclistica Italiana – perché con Regione Lombardia è facile trovare accordo quando si fanno proposte concrete. Ormai tante regioni vedono il ciclismo come occasione di crescita economica e turistica. Il legame tra noi e Regione, con questo primo protocollo, è saldo, vorremmo essere esempio virtuoso anche per altri. Il beneficio dell’accordo deve arrivare all’attività di base: promozione giovanile, esempio dei campioni, sicurezza nella pratica e, quindi, impiantistica sicura. Giustamente i genitori preferiscono oggi mandare i ragazzi dove si è più sicuri, dal fuoristrada alle piste per le evoluzioni sulle due ruote, passando alla discesa. Un mondo in grande crescita e fermento che vogliamo sostenere all’insegna dei valori dello sport”.

“Un accordo virtuoso – ha sottolineato Cesare di Cintio, commissario Lega Professionisti – che valorizzerà anche le squadre. Dobbiamo far conoscere il nostro territorio, dove c’è grande passione. Promuovere le manifestazioni agonistiche è il tema su cui lavorare. All’interno del circuito italiano ci saranno eventi con attività per la diffusione di questo sport”.

“A giorni – ha concluso Di Cintio – renderemo noto un accordo grazie al quale distribuiremo in 207 Paesi le nostre competizioni. Con l’obiettivo di conquistare i territori in cui si è parlato poco fino a oggi di ciclismo”.

 

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima