Consumo suolo, Foroni: con nuova legge solo sviluppo sostenibile

Consumo suolo con nuova legge - Foroni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

“Con la legge sulla rigenerazione urbana, calendarizzata in Consiglio regionale il 12 novembre prossimo, andiamo a sopperire a un immobilismo legislativo in materia edilizia che va avanti da anni, ma lo facciamo sempre e comunque nel rispetto delle norme e delle competenze di Regione Lombardia”. Lo ha dichiarato oggi l’assessore regionale al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, intervenendo a un convegno organizzato da ‘ReMind’.

ATTENTI ALLE DIFFERENZE

“Abbiamo deciso di optare per scelte elastiche, dando vita ad un apparato normativo uniforme per tutta la Lombardia – ha spiegato Foroni – ma dando al contempo agli enti locali la possibilità di affinare e declinare le normative secondo le loro differenti esigenze. Non possiamo infatti pensare che un piccolo Comune delle nostre montagne abbia le stesse problematiche di un capoluogo di Provincia o di una cittadina della Bassa, e viceversa. Milano è un caso unico, forse l’unica realtà dove il recupero delle aree dismesse e degli edifici abbandonati è già da tempo realtà, almeno per una parte della metropoli”.

LEGGE DOVRA’ AVERE EFFETTO CHOC

“La nostra legge avrà il massimo rispetto per i Comuni – ha poi ribadito l’assessore regionale – ma non sarà una legge manifesto. Dal giorno dopo l’entrata in vigore della legge, recuperare l’esistente diventerà più vantaggioso che costruire ex novo. Snellimento burocratico e procedure semplificate permetteranno di procedere in maniera spedita, portando all’effetto choc che vogliamo imprimere a questa materia”.

PROCEDURE DA SEMPLIFICARE

Foroni ha infine posto l’accento sulle semplificazioni procedurali studiate per rendere più veloci i processi di rigenerazione urbana (procedura speditiva per individuare gli ambiti di rigenerazione, l’abbattimento del 50% degli oneri di urbanizzazione, i bonus volumetrici a seconda della qualità e della tipologia dell’intervento, gli interventi sui costi di bonifica, sui cambi d’uso e sulla normativa sugli usi temporanei, riallineamento alla normativa edilizia statale con deroghe alle norme edilizie per facilitare il recupero del costruito, e premialità nei finanziamenti regionali per i Comuni virtuosi).

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

bando ri-genera incremento
Assessore Enti locali: misura arriva a un totale di 28 milioni Via libera all'incremento della dotazione finanziaria del Bando regionale RI-GENERA con 13.903.966 euro. Bando RI-GEN ...
Lupi in pericolo
Regione Lombardia e Provincia Brescia aderiscono a progetto Ue Migliorare la coesistenza fra i lupi, attualmente in pericolo, e le persone che vivono e lavorano sulle Alpi. Obiettivo, real ...
fotovoltaico
Assessore: puntiamo su riduzione consumi energetici e sviluppo rinnovabili Riduzione di circa un terzo dei consumi di energia e raddoppio della quota di produzione di energia da fonti rinn ...
Villa di Chiavenna
Il percorso montano collega con la vicina Svizzera Via libera allo schema di convenzione tra Regione Lombardia,
piani di bobbio valtorta artavaggio
Sottosegretario Sport: risorse per i comprensori sciistici ed escursionistici Assessore Montagna: ricadute positive per occupazione e sviluppo
lago di Varese
L'andamento dei dati conferma, presso il Lago di Varese, il rispetto di tutti i parametri necessari per la balneabilità. E mostra inoltre come non ci siano state alterazioni sulla qualità delle a ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima