Affitti, Bolognini: contributi a indigenti e famiglie ‘vulnerabili’

case popolari
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilita’, Stefano Bolognini, ha approvato il regolamento che disciplina il contributo regionale di solidarieta’ per i nuclei famigliari che si trovano in condizioni di indigenza (1.850 euro l’anno) e per quelli in situazione di ‘vulnerabilita” (fino a 2.700 euro l’anno) e che siano gia’ assegnatari dei servizi abitativi pubblici.

Per entrambe le tipologie di beneficiari, il contributo regionale ha carattere temporaneo, quale misura di sollievo volta a sostenere il recupero dell’autonomia economica e sociale del nucleo familiare. Il regolamento regionale disciplina le condizioni di accesso, la misura e la durata del contributo regionale di solidarieta’ a partire dal 2020.

1.850 EURO PER NUCLEI INDIGENTI

Per i nuclei in condizioni di indigenza, il contributo regionale di solidarieta’ e’ una misura accessoria che accompagna l’accesso al servizio abitativo nell’ambito di un piano personalizzato finalizzato al recupero
dell’autonomia economica e sociale. Il contributo viene attribuito a tutti i nuclei familiari al momento dell’assegnazione del servizio abitativo, a seguito della stipula del contratto di locazione, ed e’ riconosciuto per un periodo di 36 mesi. Il contributo e’ di 1.850 euro l’anno ed e’ destinato alla copertura dei costi complessivi della locazione sociale (canone di locazione e spese per i servizi comuni).

FINO A 2700 EURO PER NUCLEI IN CONDIZIONE DI VULNERABILITA’

Per la seconda tipologia di nuclei familiari, ovvero quelli gia’ assegnatari di un servizio abitativo pubblico, che si trovano in condizioni di vulnerabilita’ e di comprovate difficolta’ economiche, che comportano la contrazione, transitoria o permanente, del reddito familiare, il contributo e’ riconosciuto – presentando apposita domanda – alle famiglie assegnatarie dell’alloggio sociale da almeno 24 mesi, con Isee fino a 9.360 per un importo fino a 2.700 euro annui. Il contributo copre le spese per i servizi comuni erogati nell’anno di riferimento dell’avviso.

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

demenze centri cura
Per gli interventi assistenziali nel settore delle demenze, alla Lombardia sono stati assegnati 1,6 milioni di euro per il triennio 2021-2023: via libera dunque a ...
vaiolo scimmie unità coordinamento
Vaiolo delle scimmie, coordinamento Unità affidato a DG Welfare Lombardia La
sicurezza sul lavoro piano regionale
Vicepresidente: “In campo 5 milioni per assumere 100 medici e tecnici” Regione Lombardia ha approvato, su ini ...
Cure domiciliari
Cure domiciliari, 52 milioni di euro per la sanità pubblica. Lo prevede la delibera 'Sviluppo e  rimodellazione' dell'
sanità assunzioni personale
Ulteriori 288 milioni per il potenziamento della sanità territoriale Nuove assunzioni del personale nella sanità. Risorse per i medici di medicina generale (MMG), per l'abbattimento dell ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima