Coronavirus, occupazioni case popolari. Da Regione tolleranza zero

Case popolari assegnazione online sgomberi occupazioni coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Bolognini e De Corato: massima tutela per malati che vanno in ospedale

Regione Lombardia è impegnata a contrastare con decisione il fenomeno delle occupazioni abusive di case popolari che mostra una recrudescenza in questi giorni di emergenza da coronavirus. Questa mattina sono state sgomberate due persone che avevano occupato illegittimamente un alloggio Aler a Milano, in via dei Cinquecento. Un appartamento in cui risiedeva una persona deceduta per Covid-19.

“La linea di Regione Lombardia sugli sgomberi delle case popolari occupate abusivamente – hanno dichiarato gli assessori regionali Stefano Bolognini (Politiche Sociali, Abitative e Disabilità) e Riccardo De Corato (Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale) – è molto chiara. Nessuno sconto in vista a chi ha occupato alloggi durante l’emergenza coronavirus approfittando dell’assenza del legittimo proprietario”.

Azioni di sgombero in 24 ore contro occupazioni case popolari durante l’emergenza

“Quello delle occupazioni abusive – ha proseguito  l’assessore Bolognini – è un odioso costume criminale. Che anche in questo particolare momento non può essere assolutamente tollerato. Per molti anziani si aggiunge all’agitazione del rischio malattia la preoccupazione di poter lasciare la casa esposta a occupazioni nel caso fossero costretti a un ricovero. fondo per autosufficienza La Regione è da sempre vicino a chi soffre. E si conferma al fianco dei più deboli anche in questo momento. Lo sgombero di questa mattina – ha chiarito – dimostra come, grazie alla collaborazione tra Aler e Forze dell’Ordine, le occupazioni che si configurano come violazione di domicilio possano essere stroncate nel giro di 24 ore, anche in presenza di minori. Questo è solo l’ultimo esempio di come alcuni delinquenti stiano tentando di approfittare della situazione, ma la musica sta cambiando”.

Dopo lettera del Prefetto il via a provvedimenti immediati

“Oggi si è data concreta attuazione a quanto scritto dal Prefetto – ha aggiunto De  Corato – con la lettera dello scorso 4 aprile e si è proceduto writer de coratoallo  sgombero. In questa città paralizzata dal virus rincuora vedere le Forze dell’ordine e i dipendenti Aler a fianco dei più deboli”.

Gli assessori Bolognini e De Corato hanno infine espresso  ringraziamento al prefetto di Milano, Renato Saccone, ad Aler ed alle Forze dell’ordine impegnate nell’operazione odierna.

Bene anche il rafforzamento delle attività di pattuglia dei quartieri periferici.

dbc/mac

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

como protocollo contrasto usura
Firmato, venerdì 29 luglio, nella sede della Provincia di Como, Villa Gallia, il Protocollo d'intesa per la prevenzione e il contrasto del fenomeno dell'u ...
lombardia sicurezza integrata
Sicurezza integrata, accordo tra Regione, Ministero dell'Interno e Anci Lombardia Approvato lo schema per il rinnovo dell'accordo tra Ministero dell'Interno, Regione e Anci Lombard ...
parco delle groane
"Ringrazio gli agenti della Polizia provinciale per aver fermato l'ennesimo spacciatore attivo in un parco del territorio Lombardo". Questo il commento dell'assessore regionale alla Sicurezza, Immi ...
Nerviano sventato traffico rifiuti
L'assessore: efficace l'azione di droni e nuclei tutela ambientale In riferimento a un'attività organizzata a Nerviano (Mi) per il traffico illecito di rifiuti, su ordine del Gip di Milan ...
taxi abusivi regione
Riparte la campagna di Regione Lombardia contro i taxi abusivi. Nelle 115 stazioni di Ferrovie Nord e negli scali aeroportua ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima