Coronavirus.Vicepresidente Sala:grazie a medici venuti in Lombardia per aiutarci

Medici a Bergamo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

I 300 dottori accompagnati da ministro Boccia già operativi

Il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala, ha accolto a Bergamo i primi medici volontari della ‘task force’ permanente voluta dal Governo, coordinata dalla Protezione civile, con il compito di intervenire negli ospedali in condizioni critiche.

I medici sono giunti in Lombardia accompagnati dal ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia e dal Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri.

I primi professionisti arrivati in Lombardia provengono da Roma, Latina, Bari, Firenze, Cosenza, Potenza, Napoli, Vasto, Messina, Udine, Caserta e Perugia. Saranno 300 i medici dislocati fra la Bergamasca e le altre province lombarde.

“Ringraziamo a nome di Regione Lombardia – ha detto il vicepresidente Sala – i medici che sono arrivati nei nostri ospedali da tutte le parti d’Italia per aiutare le strutture e dare un importante contributo in un momento così drammatico. Un segnale forte di solidarietà umana e di grande spirito di sacrificio al servizio di chi ha bisogno”.

Il vicepresidente Sala ha consegnato ai medici, arrivati giovedì 26 marzo sera a Bergamo, le lettere d’incarico presso gli ospedali di Esine, Sondalo, Desenzano, Seriate, Treviglio, Chiari.

“I medici – ha aggiunto Sala – hanno accolto l’appello con grande senso del dovere e si sono spostati dalle loro zone di lavoro per aiutare gli ospedali lombardi”.

Vicepresidente Sala: grazie ai medici, grazie a tutta Italia

“Noi abbiamo bisogno di loro – ha rimarcato il vicepresidente – e loro hanno risposto presente senza esitazioni. La Lombardia ringrazia tutta Italia per questo sforzo e se dovesse essere necessario siamo pronti a dare lo stesso contributo anche per le altre Regioni”.

Accompagnati dalle Asst nei rispettivi ospedali a cui sono stati destinati, i medici si sono subito resi operativi in soccorso dei colleghi lombardi.

“Ho visto nei loro occhi – ha sottolineato il vicepresidente Sala – l’entusiasmo e la voglia di aiutare facendo tutto il possibile e oltre per affrontare questa terribile emergenza. Ho accompagnato in prima persona un medico di Roma che non vedeva l’ora di iniziare a lavorare per dare il suo contributo”.

“Questi sono uomini e donne – ha concluso – che ci rendono orgogliosi e ci danno la forza per non mollare in questa estenuante battaglia”.

ben

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

vaccinazione-covid-lombardia
Vaccinazioni anti-Covid, i dati di martedì 5 luglio. Somministrate 24.167.639 dosi
diritto-studio-universitario-lombardia
Crescono valore borse studio e platea di beneficiari, in particolare studenti pendolari e fuori sede Ampliati limiti di reddito e patrimonio fino al massimo previsto dalla normativa nazio ...
scuola corsi Apple
Sala: grande opportunità per il processo di digitalizzazione Scuola in Lombardia: in arrivo i nuovi corsi di formazione realizzati da Apple per rafforzare le competenze digitali d ...
progetto parchi incontro prefetti
"Urgente intensificare i piani di contrasto allo spaccio. Nel 2022 altri 5 milioni per videosorveglianza aree verdi" La vicepresidente ed assessore al Welfare di Regione Lombardia,
task force liste attesa
Costituita in Lombardia una task force finalizzata a ridurre tempi e liste d'attesa e verificare la corretta gestione delle prestazioni in ambito ospedaliero e territoriale. L'obiettivo è di migli ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima