Covid giovani lodigiani

Cittadini tra i 12 e i 29 anni, target critico per le varianti

Covid e giovani lodigiani, azione straordinaria per contenere il contagio. Lo annuncia l’assessorato al Welfare di Regione Lombardia che con la propria Unità di crisi ha deciso di mettere in atto nella provincia di Lodi, dal 19 luglio fino all’inizio del prossimo anno scolastico, una iniziativa di vaccinazione straordinaria. “Rivolta in particolare – comunica la direzione generale Welfare – ai cittadini dai 12 ai 29 anni, un target ritenuto particolarmente critico per le varianti in circolazione”.

Covid giovani lodigiani contagio e vaccini

Covid giovani lodigiani e contagio: nella provincia di Lodi sono infatti quasi 10.000 gli adolescenti tra i 12 e i 19 anni che non si sono ancora vaccinati o prenotati, pari al 43% del loro totale. “Inoltre il 7% dei giovani tra i 20 e i 29 anni – precisa ancora la Nota – non ha ricevuto neppure una dose di vaccino”.

“A partire dunque dal 19 luglio – continua la d.g. Welfare – e fino all’inizio dell’anno scolastico, presso i centri vaccinali di Fiera Lodi e Palazzetto dello Sport di Codogno, verranno messi a disposizione circa 28.000 posti destinati agli adolescenti compresi tra i 12 e i 18 anni e altri 12.000 riservati agli over 18″.

Vaccinazione over 60

La Nota interviene infine sugli over 60. In considerazione della disponibilità di vaccino Janssen e l’importanza di aumentare quanto più possibile il tasso di copertura di questa fascia di cittadini. Raccomanda: “di proseguire, anche sul territorio della provincia di Lodi, le iniziative di adesione alla campagna vaccinale per over 60 in atto in tutta la Regione, con il coinvolgimento attivo dei Sindaci e dei Medici di medicina generale”.

ama

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 5 / 5. Voti: 1