Autonomia, Fontana: Boccia è serio, ma Governo ‘mena il can per l’aia’

Governo 'mena can per l'aia' - Fontana
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

"Ho l'impressione che il governo Conte bis stia cercando di 'menare il can per l'aia' sull'autonomia differenziata, ma il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia è una persona seria, dalla quale ci si aspetta che rispetti gli impegni che ha preso". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Il governatore: se c’è volontà risposte certe in pochi mesi

“Ho l’impressione che il governo Conte bis stia cercando di ‘menare il can per l’aia’ sull’autonomia differenziata, ma il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia è una persona seria, dalla quale ci si aspetta che rispetti gli impegni che ha preso”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, nella sede del Parlamento Europeo, a Bruxelles, dove si trova oggi per una serie di incontri istituzionali.

Autonomia differenziata in un ddl

“Nel Def è previsto un ddl per organizzare l’applicazione dell’autonomia differenziata – ha spiegato il presidente Fontana – dopo che esiste un accordo che è stato stipulato dal vecchio governo, dopo cioè che avevamo superato questa fase dal punto vista procedurale”. “Preferisco essere sempre ottimista” ha aggiunto il governatore della Lombardia.

L’impegno del ministro Boccia

“Dato che il ministro Boccia – ha poi chiosato il presidente Fontana – si è impegnato a darmi in brevissimo tempo comunicazione di quali saranno i tempi necessari per individuare i livelli essenziali di assistenza e i costi standard e dato che si è impegnato con il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini a riprendere e a concludere a breve anche il confronto su singole materie, tenderei ad aspettare le scadenze”.

 

autonomia fontana a bruxelles

Se c’è la volontà

“Se c’è la volontà – ha ribadito il presidente Fontana – credo che nello spazio di pochi mesi ci debbano dare delle risposte almeno sui tempi, sulla possibilità di realizzare i Livelli essenziali di prestazione e i costi standard e sulla possibilità di concludere gli esami delle materie”. “Poi il resto si può affrontare con più tranquillità – ha concluso -, ma questi passi sono fondamentali”.

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Al via al Meet Digital Culture Center di Milano la quinta edizione del meeting europeo 'The New Atlas of Digital Art'. La convention, in programma oggi e domani, è dedicata interamente all’arte ...
Regione Piccolo Teatro
“Siamo al lavoro per definire e avviare una collaborazione che aiuterà a diffondere eventi di grande spessore artistico-culturale in contesti insoliti, così da raggiungere fasce sempre più amp ...
palazzo minoletti
Uno stanziamento di 2 milioni di euro nel triennio 2024-2026 per la riqualificazione dello storico Palazzo Minoletti, nel centro storico di Gallarate, che diventerà un polo formativo di alta speci ...
musica classica periferie
Tappa a Milano domani, sabato 15 giugno, per 'Luoghi Insoliti, Spettacoli Straordinari: Quartieri in Concerto', la rassegna con cui
musica classica Aler
Regione Lombardia porta la grande musica classica nelle periferie, attraverso una rassegna di concerti in programma a giugno ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima