Leva Civica Lombarda: stanziati 1,9 milioni, approvati criteri bando 2024

leva civica bando
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore Lucchini: sosteniamo giovani al servizio della nostra comunità. Premiamo alleanza tra generazioni

Leva Civica Lombarda, approvati i criteri del bando 2024. La decisione è stata presa dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità, Elena Lucchini. A disposizione risorse per 1.923.339 euro.

Il bando della Leva Civica Lombarda

“La misura – ha affermato l’assessore Lucchini – prevede la presentazione di progetti di Leva Civica Lombarda Volontaria diretta a offrire alle giovani generazioni esperienze di volontariato, della durata minima di 8 mesi e massima di 12 mesi, volte a favorire i valori della solidarietà e della coesione sociale, la partecipazione attiva alla vita delle comunità locali nonché la crescita umana e professionale. Nella premialità dei progetti, per la prima volta, abbiamo inserito la valorizzazione dell’alleanza tra generazioni. Obiettivo di questo bando è, inoltre, sostenere lo sviluppo del terzo settore e favorire occasioni di collaborazione tra enti pubblici e privati per lo sviluppo di servizi di prossimità rivolti in particolare alle persone più a rischio di isolamento, esclusione o in condizione di fragilità”.

La misura discende infatti da quanto previsto nel Prss dall’Obiettivo 2.2.4 ‘Promuovere il Terzo Settore, l’associazionismo e le esperienze di cittadinanza attiva’ che prevede la promozione di “esperienze di cittadinanza attiva attraverso la prosecuzione della Leva civica regionale con il coinvolgimento dei giovani lombardi”.

Il ruolo delle Ats

Le Agenzie di Tutela della Salute (ATS) svolgono la funzione di gestione. I progetti sono quindi finanziati da Regione Lombardia per un importo pari al 90% delle spese ammissibili consistenti in: contributo ai volontari pari a euro 582,50 mensili per percorsi di minimo 8 mesi e massimo 12 mesi; da euro 50 a euro 200 di contributo, quindi, agli Enti promotori per la formazione.

Destinatari

Giovani di età compresa fra i 18 ed i 28 anni compiuti, con residenza in Lombardia.

Beneficiari

Sono beneficiari i soggetti pubblici e privati iscritti all’Albo degli Enti di Leva civica lombarda volontaria di cui all’art. 6 della l.r. 16/2019.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

sprint lombardia insieme
'Sprint! Lombardia insieme'. Questo il nome della misura varata dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità
Giocattolo sospeso Caritas Ambrosiana
Saranno distribuiti negli empori e botteghe Caritas Ambrosiana della provincia di Milano i
bullismo giada
"Bisogna dire forte 'no' a ogni forma di discriminazione, violenza o aggressione dentro e fuori dalle aule scolastiche". Lo ha ribadito l'assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Di ...
bullisimo Lombardia
Il 7 febbraio è la Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo e la Lombardia è attenta al tema. Un appuntamento per riflettere su un fenomeno contr ...
Nuovi parchi inclusivi
Cresce il numero dei parchi gioco inclusivi in Lombardia. L'assessorato regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità mette a disposizione ulteriori risorse per fin ...
realtà sociali Bergamsca
Giornata di visite nella Bergamasca per l'assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima