Malpensa. Aree delocalizzate, via ad accordo con Provincia Varese e Comuni

malpensa aree delocalizzate
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Foroni: valorizziamo territori secondo legge sulla rigenerazione urbana

Via all’intesa per le aree delocalizzate a Malpensa. La Giunta regionale ha approvato l’accordo tra Regione Lombardia, Provincia di Varese e i Comuni di Ferno, Lonate Pozzolo e Somma Lombardo. Si punta a riqualificare i 24 ettari circa delle aree delocalizzate attorno allo scalo; e a promuovere la realizzazione di un progetto di rigenerazione intercomunale delle aree delocalizzate di Malpensa, secondo il principio di perequazione territoriale.

Malpensa, demoliti 208 immobili in aree delocalizzate

“L’ambito – ha spiegato Foroni – include i territori interessati dal processo di delocalizzazione a Ferno, Lonate Pozzolo e Somma Lombardo; è parte del territorio della Provincia di Varese limitrofo all’aeroporto di Malpensa in cui, per particolari problematiche di inquinamento acustico, sono stati demoliti 208 immobili”.

“Con questo accordo – ha aggiunto l’assessore – che è il primo applicato su territorio lombardo, andiamo a intervenire sulle aree del Varesotto libere a seguito della demolizione. Un primo caso di ‘economia circolare urbana’: dopo la demolizione le aree delocalizzate attorno a Malpensa sono tornate a prato, a dimostrazione che demolire costa poco e che si possono recuperare oltre il 90% dei materiali di demolizione”.

Un’esperienza che rappresenta l’applicazione concreta della Strategia regionale di sviluppo sostenibile. “L’elemento urbanistico innovativo – ha proseguito Foroni – è rappresentato dall’applicazione della perequazione territoriale: grazie alla nuova legge sulla rigenerazione urbana, lo sviluppo insediativo sarà per lo più concentrato nella frazione di Case Nuove di Somma Lombardo. Con la ripartizione, tra tutti e tre i Comuni interessati, di alcuni vantaggi tra cui parte dei tributi fiscali comunali, degli oneri di urbanizzazione secondaria e del contributo sul costo di costruzione”.

“Questa misura – ha concluso l’assessore – dimostra la grande attenzione dell’istituzione regionale verso le politiche di rigenerazione territoriale e la lotta contro il consumo di suolo”. L’attuazione dell’accordo territoriale avverrà tramite successivo accordo di programma tra gli enti sottoscrittori, nel rispetto della legge regionale 19/2019.

ver

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

treni biglietti validità giornaliera
Treni, via libera ai nuovi biglietti ferroviari a validità giornaliera. La Giunta regionale della Lombardia
piani protezione civile
Foroni: così incentiviamo percorsi di aggiornamento Contributi ai piccoli Comuni lombardi per inserire i '
disservizi Rfi
Disservizi sulla rete ferroviaria di Rfi, società dello Stato centrale. “Anche questa mattina (30 giugno ndr) si sono verificati gravi disservizi sulla rete ferroviaria a causa di guasti ...
Giornata Verde pulito 2022
Sono 52 i Comuni che hanno partecipato quest'anno alla social call fotografica dedicata all'ecologia lanciata da Regione Lombardia in occasione della Giornata del Verde Pulito 2022 (a cui hanno ade ...
Via libera oggi dal Consiglio regionale per il settore sabbia e ghiaia Un Piano cave,
nuovo piano rifiuti lombardia
Presentazione a enti locali, nazionali e operatori del settore Con il nuovo Piano si punta a una riduzione della produzione dei rifiuti urbani del 9% entro il 2027 (oggi 4,6 milioni di ton ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima