mascherine professionali Caparini

Assessore: da ministro Speranza ok a produzione in Italia

Alla conferenza stampa con il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l’assessore al Welfare, Giulio Gallera, per fare il punto sulla situazione coronavirus e le mascherine professionali di protezione, sono intervenuti anche gli assessori regionali Davide Caparini (Bilancio, Finanza e Semplificazione) e Pietro Foroni (Territorio e Protezione civile).

Acquisto mascherine

Caparini 1

“A oggi abbiamo acquistato 21 milioni di mascherine chirurgiche, FFp2 e FFp3 – ha detto l’assessore Caparini – e, di queste, ne sono state consegnate 1.803.000; una quota importante arriverà entro la fine del mese”.

L’obiettivo della Regione

 

“L’obiettivo – ha proseguito – è quello di dotare tutti di mascherine professionali. Stiamo lavorando affinché farmacie e supermercati (le strutture aperte) possano averle. Siamo la capitale dell’aerospaziale, dell’automazione e del settore farmaceutico: saremo ben in grado di realizzare mascherine di qualità. Grazie al ministro Speranza è stata firmata una nuova circolare per produrre questi dispositivi anche in Italia con i requisiti necessari. Il Politecnico di Milano sta facendo un lavoro meraviglioso per certificare la qualità dei Dispositivi di Protezione Individuale da produrre in Italia”.

Donazioni

L’assessore, sempre in tema di mascherine, ha voluto ringraziare i tanti che hanno donato ben 76.380 dispositivi.

Caparini 3

“Sono orgoglioso che sia partita una vera e propria gara di solidarietà internazionale – ha sottolineato Caparini – finalizzata a consegnarci dispositivi elettromedicali (certificati) immediatamente utilizzabili, per questo ringrazio i tantissimi che ci hanno fatto questi doni”.

No sciacalli

 

“Abbiamo contezza che – ha denunciato pubblicamente l’assessore – in considerazione della situazione di eccezionale criticità determinata dalla diffusione del Covid-19, che c’è chi sta cercando di approfittare di questa situazione e, in questo senso, sono tantissime le segnalazioni che riceviamo. A questi soggetti dico di smettere”.

Mascherine inadatte

Rispondendo a una domanda sull’inadeguatezza delle mascherine ricevute dalla Protezione civile nazionale, l’assessore Caparini ha ribadito: “Lo abbiamo fatto presente a Roma, anche con un poco di irruenza. A noi quelle mascherine non servono”.

Foroni

Mascherine per i lavoratori

Anche sui dispositivi di protezione per chi continua a lavorare in azienda sono state numerose le domande di chiarimento pervenute via mail a Regione Lombardia.
“Venerdì 13, il presidente del Consiglio Conte – ha detto l’assessore Pietro Foroni – ha annunciato che tutti i lavoratori saranno dotato di mascherine. A oggi, però, nessun dispositivo è arrivato. Lo dico perché siamo letteralmente presi d’assalto da richieste”. “Non appena arriveranno – ha concluso – le distribuiremo immediatamente. Ma, ribadisco, a oggi non è arrivato nulla”.

mac/ben